Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Nel mezzo del programma della prima giornata dei Campionati d’Europa di Ginnastica Aerobica è andata in scena la cerimonia di apertura di questa edizione pesarese. Dopo la sfilata delle delegazioni con tutte le bandiere dei 20 paesi presenti alla Vitrifrigo Arena di via Gagarin, hanno fatto il loro intervento le autorità coinvolte nella rassegna continentale. Il Presidente Gherardo Tecchi ha dato il benvenuto a nome della Federazione Ginnastica d’Italia: “Saluto con immenso piacere le nazionali che prenderanno parte ai 12esimi Campionati d’Europa di Ginnastica Aerobica. Non è facile, nel momento storico in cui stiamo vivendo, organizzare eventi internazionali, ma lo sport - lo hanno dimostrato i recenti Giochi Olimpici e Paralimpici - sta dando all’umanità la forza per superare la pandemia, ispirandosi, come ha detto il Presidente dello IOC Thomas Bach al principio della solidarietà tra i popoli. E la solidarietà passa anche attraverso l’accoglienza e il rispetto delle persone e della loro integrità fisica e psicologica. Ringrazio, quindi, l’European Gymnastics, a cominciare dal presidente Farid Gayibov, che non solo ha avuto il coraggio di confermare i propri programmi, nel pieno dell’emergenza sanitaria, garantendo la sicurezza e la salute di tutti i partecipanti, ma, assegnando a Pesaro questa competizione, e la successiva dell’Acrobatica, ha riconosciuto la professionalità e la serietà della Federazione Ginnastica d’Italia. Gli atleti, i loro allenatori, i giudici e tutti gli official delle venti nazioni iscritte rappresentano la grande famiglia della ginnastica continentale e noi siamo orgogliosi di aprire loro la nostra casa, nella città di Rossini, sulle rive dell’Adriatico, in un comprensorio turistico tra i più belli d’Italia. La Vitrifrigo Arena, lo scorso aprile, grazie all’Aspes SpA e al suo presidente Luca Pieri, ha ospitato la Coppa del Mondo di Ritmica, il primo appuntamento della FIG in Italia dopo il Covid; in questo stesso impianto, nel 2017, disputammo i campionati del mondo, sempre di Ritmica. Ora siamo qui, ancora una volta, per ricevere, insieme al Direttore della Vitrifrigo Arena Filippo Colombo e al suo staff, gli interpreti di una disciplina che, mi auguro, possa raggiungere, un giorno la vetrina olimpica. Nel frattempo abbiamo allestito un field of play degno dei più grandi palcoscenici, per dare agli atleti che si succederanno in pedana la cornice che hanno sempre sognato. Il merito è del LOC Esatour Group, presieduto dall’Assessore alla coesione e al benessere della città di Pesaro Mila Della Dora. Questo dimostra la vicinanza dell’amministrazione comunale, in particolare del sindaco Matteo Ricci, che è sempre stato un caro amico della ginnastica. Lo stesso vale per il presidente Francesco Acquaroli e per la Regione Marche, la mia regione – io sono nato a Fano a pochi chilometri da qui – un territorio al quale sono particolarmente legato e che ha fatto dello sport in generale uno dei suoi fiori all’occhiello. Permettetemi, infine, di salutare Fabio Luna e il Coni Marche e di complimentarmi con Cristina Casentini e con il Comitato tecnico dell’Aerobica europea per aver portato questa disciplina a livelli agonistici eccezionali. Ora la parola passa agli atleti e ai giudici che dovranno valutarli, e a noi non resta che goderci lo spettacolo”. Al termine dell’intervento del presidente federale, dopo i giuramenti di rito e la proclamazione dell’apertura ufficiale dell’evento da parte del numero uno dell’European Gymnastics si sono esibite sul palco dell’impianto marchigiano le Farfalle della squadra nazionale italiana di ritmica. Le aviere Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Agnese Duranti, Martina Santandrea e Daniela Mogurean, medaglie di bronzo a Tokyo 2021, insieme alla compagna del Gruppo Sportivo dell’Aeronautica Militare Laura Paris e alla collega delle Fiamme Oro, l’agente di Polizia di Stato Alessia Russo si sono esibite in una splendida performance, appositamente coreografata dalla DTN Emanuela Maccarani insieme alla sua assistente Olga Tishina. L’appaluso degli spettatori presenti – il massimo concesso secondo le regole in vigore – ha salutato l’uscita di scena delle stupende campionesse dei piccoli attrezzi e l’entrata dei meravigliosi interpreti di un Europeo di Aerobica che promette tante altre emozioni.