Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

La gara di Ferrara si chiude con la vittoria dell’Italia con 234.150 punti contro i 222.20 della Germania. 12 punti di vantaggio maturati con un esercizio al corpo libero che ha fruttato alle nostre il totale di 57.850. Vanessa Ferrari ha chiuso come al solito la competizione con il suo applauditissimo programma, premiato dalla giuria con un 15.300. La Bergamelli (14.05), la Coza (14.00) e la Macrì (14.50) hanno completato l’opera. La Germania nella quarta rotazione era attesa al cavallo del volteggio. La Brinker (13.55), la Abel (14.75), la Bui (13.95), la Mobius (14.10), scartando il personale della Brunner (13.20), hanno portato alla causa teutonica altri 56.35 punti, insufficienti per impensierire le azzurre. Tutto italiano anche il podio del All-around, con la campionessa del Mondo sul gradino più alto con 60,35, seguita da Federica Macrì (58.20) e dalla compagna della Brixia Monica Bergamelli (56.10). Quarta la Coza con 55.50, davanti alla prima delle tedesche, la Abel, quinta con 55.40. Trionfo anche tra le azzurrine. L’Italia Junior - composta da Georgia BONANNI, Erika ERBACCI, Paola GALANTE, Andrea Francesca LA SPADA, Serena LICCHETTA, ed Elisabetta PREZIOSA – con un totale di squadra di 224.20 supera le piccole ginnaste allenate da Ulla Koch, che non vanno oltre un 204.85. Nel Concorso Generale vince l’oro la Galante (56.65), davanti alla Licchetta (55.60) e alla Preziosa (55.55). Alla Premiazione, oltre al Vice Presidente Vicario FGI Pasquinelli Candiani, al Consigliere Nazionale Valter Muzzi, all’Assessore allo Sport del Comune di Ferrara Davide Stabellini, era presente il Presidente della Federazione Ginnastica Tedesca Rainer Brechtken..