Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Dopo aver deliziato gli spettatori della Vitrifrigo Arena di Pesaro, in occasione della cerimonia di apertura degli Europei di Aerobica, le Farfalle della squadra nazionale di Ritmica sono state splendide protagoniste dell’inaugurazione, questa mattina, del nuovo centro sportivo dell’Università Bocconi, a Milano. Al taglio del nastro, in partnership con la Gazzetta dello Sport c’erano Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Agnese Duranti, Martina Santandrea, Daniela Mogurean, medaglie di bronzo a Tokyo 2021, con le compagne Laura Paris e Alessia Russo. Le ginnaste, seguite per l’occasione dalle tecniche Olga Tishina e Camilla Patriarca, si sono esibite in una splendida coreografia montata da Emanuela Maccarani. La direttrice tecnica nazionale dei piccoli attrezzi è stata poi intervistata da Pier Bergonzi, vice direttore della rosea, il quale ha ricordato i tanti successi della ritmica italiana nel mondo. “Ci piace il soprannome di farfalle – ha confessato la capitana – perché rispecchia quello che voi vedete in pedana, però, in realtà, noi ci sentiamo delle guerriere”. Insieme al sindaco Giuseppe Sala, al sottosegretario con delega allo Sport Valentina Vezzali, al presidente del Coni Giovanni Malagò e al numero uno del Cip Luca Pancalli era presente il presidente FGI Gherardo Tecchi. Il massimo dirigente del Foro Italico, a capo anche del Comitato Organizzatore dei Giochi Invernali del 2026, ha invece sottolineato "l'importanza dell'opera inaugurata oggi e di come Milano sia una città che ha anche la vocazione di città universitaria”. Poi Malagò ha lanciato un grido d’allarme per il protrarsi delle restrizioni anti Covid ricordando che “le società non ce la fanno, hanno già problemi enormi dovuti a quello che è successo negli ultimi 18 mesi: o si dà la possibilità di ottenere il 100% di capienza negli impianti sportivi oppure si deve integrare quello che non si riesce a ottenere. E' evidente – ha concluso il presidente del Comitato Olimpico Italiano - che il mondo dello sport richiede l'aumento della capienza degli impianti, soprattutto se ci sono dinamiche di rispetto delle prescrizioni, come succede all'estero. In alternativa, c’è solo una soluzione: integrare i ricavi che uno perde per strada". "Il Governo si esprimerà entro fine settembre, abbiamo ancora un po' di tempo per valutare la situazione epidemiologica” - le parole dell’ex olimpionica di scherma. “Io sono ottimista per la capienza, l'obiettivo è arrivare al 100% quanto prima. Ritengo che questo centro sportivo sarà sicuramente un'eccellenza nel nostro Paese – ha concluso la Vezzali - viviamo in un clima che tutti noi immaginiamo per lo sport universitario", Il primo cittadino ha poi aggiunto: "Quest'opera non è dedicata solo agli studenti ma anche alla città". Il rettore Gianmario Verona, ha spiegato come "lo sport sia profondamente radicato nell'anima della Bocconi" e come questo emerga "non solo dall'impegno delle squadre del Bocconi Sport Team ma anche attraverso lavoro quotidiano di ricerca e didattica". Tanti gli atleti presenti, oltre alle étoile della ritmica: da Danilo e Vittorio Gallinari alla campionessa paralimpica Ambra Sabatini, oro nei 100 metri femminili T63, e olimpica Michela Moioli oro nello snowboard a Pyeongchang 2018. E ancora, la marciatrice Eleonora Giorgi, Filippo Magnini e il vicepresidente dell'Inter Javier Zanetti. Ad oggi l'intero Campus Bocconi copre 90mila metri quadrati di superficie, di cui 30 mila di aree verdi, con 13 edifici, 8 residenze universitarie che offrono 2062 posti letto; Il nuovo Bocconi Sport Center offre 2 piscine, una da 50 metri e una da 25, un'area Fitness da 3500 metri quadrati con attrezzature di ultima generazione per allenamenti cardio e funzionali, un'area gioco con tribuna da 400 posti che può ospitare partite di basket, pallavolo e calcio a 5 mentre la pista da running indoor misura 220 metri ed è a due corsie. L'evento proseguirà nell'arco delle due giornate aperte al pubblico, oggi e domani, con una serie di esibizioni nel parco dell'ateneo, fra cui quelle del gruppo di Freestyle Da Move, delle squadre sportive della Bocconi e di una serie di attività promosse da Virgin Active e Aquamore, che gestiscono il Fitness club e la piscina in partnership con Bocconi. L'accesso al centro sarà consentito esibendo il Green Pass - secondo le norme anticovid vigenti - e in gruppi guidati di massimo 10 persone. Le visite oggi dalle 15 alle 19 e domani dalle 10 alle 18, con orario continuato.