Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Alla palestra PalaBiagioni du Cuccurano, frazione di Fano, è andata in scena la 20ª edizione dei Campionati Nazionali Assoluti di Trampolino Elastico. Con l’organizzazione dell’Alma Juventus l’appuntamento tricolore ha richiamato nelle Marche i migliori interpreti della specialità, a una settimana dalla World Cup di Brescia e a poco più di un mese dagli Europei di Sochi, in Russia. Tra le donne è arrivata la conferma di Silvia Coluzzi della G.Judo Il Busen, che con 97.345 è riuscita a confermare il titolo 2020, imponendosi, di misura, su Chara Cecchi (SG Etruria Prato), vincitrice nel 2019 ma ferma sulla piazza d’onore con 97.075. Bronzo per la meneghina Isabella Murgo a quota 94.385. restano invece ai piedi del podio le altre ginnaste della Milano 2000, nell’ordine, Chiara Usari (87.480) e Sofia Antoniani (85.480). Anche tra i maschi c’è un bis, quello di Samuele Patisso Colonna che con 103.095 si è portato a casa il suo secondo titolo italiano consecutivo. Prima della doppietta del ginnasta della Milano 2000, nessun altro era riuscito a vincere per due volte di fila, eccetto Flavio Cannone. Assente il caporal maggiore dell’Esercito Italiano, fermo a 16 successi personali, è Marco Lavino della Ginnastica Brindisi a conquistare l’argento, precedendo, con il totale di 100.915, Michele Angelini della Marcantonio Bentegodi, bronzo con 94.445. A seguire Edoardo Lo Prete (S.G. Torino), Dario Aloi e Andrea Radaelli (Milano 2000), Konstantinos Dalampelas (progetto Acrobatica Trieste) e Adriano Lopalco (G. Brindisi). “è stata una gara di alto livello, anche senza Cannone, dai grandi contenuti tecnici – ha commentato il DTN Giuseppe Cocciaro – Silvia Coluzzi è giovanissima, non ha compiuto ancora 14 anni, ed è già capace di raggiungere punteggi di rilevanza internazionale. Brave anche le altre, forti e competitive. Che dire poi di Samuele? Appena diciottenne, già dimostra una grande maturità e costanza di risultati. Con Lavino, protagonista di un’ottima prova nella Coppa Campioni, e il resto del gruppo emergente credo che ci divertiremo nei prossimi anni. L’obiettivo è Parigi 2024, abbiamo tutto il tempo per crescere”. Nella giornata di sabato 12 si è disputata la Coppa Campioni, un’altra gara divisa, questa volta, per categorie d’età. Tra gli Allievi 1 si sono messi in luce Carolina Urso (Alma Juventus Fano) e Leonardo De Pastena (Acrobatic Sport), tra gli Allievi 2 Letizia Radaeli (milano 2000) e Federico Tonelli (Alma Juventus), mentre tra gli junior hanno brillato Silvia Coluzzi e Andrea Radaelli. “Sono ginnasti di ottima qualità, con un percorso tecnico già ben definito, che convocherò per i prossimi collegiali estivi, in vista della World Age Competition dell’autunno” – ha concluso il DTN. La sfide senior se l’aggiudica la pratese Chiara Cecchi, con Marco Lavino che fa sua la rivincita su Patisso Colonna. I Campionati Assoluti saranno trasmessi in differita, integralmente, sul canale YouTube della FGI, a metà della prossima settimana.

CLASSIFICA ASSOLUTI

CLASSIFICA COPPA DEI CAMPIONI