Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Come vi avevamo anticipato ad inizio stagione (LEGGI), ora che la Regular Season di Serie A di Ritmica è ormai conclusa, con l’omologazione delle classifiche, non ci resta che goderci la Final Six del prossimo 24 aprile, in diretta e in chiaro dal Pala Gianni Asti di Torino, su Canale 9 e Eurosport. Grazie all’accordo siglato tra la Federginnastica e il network multinazionale statunitense Discovery Channel, detentore in Italia dei diritti televisivi dei Giochi Olimpici, l’epilogo del massimo torneo a squadre dei piccoli attrezzi sarà trasmesso, come nell'Ottobre del 2020, su una tv generalista, gratuitamente, per il piacere, ci auguriamo, di un grande pubblico: oltre due ore di cerchi, palle, clavette e nastri, con la telecronaca di Ilaria Brugnotti e Marta Pagnini, che si vanno ad aggiungere alle maratone delle World Cup della Road To Pesaro in onda su La7d e La7, e, su Rai Sport, agli Europei di Varna, in Bulgaria a giugno, ai Mondiali di Kitakyushu, in Giappone ad ottobre, al Grand Prix di Milano a novembre, nonchè alle stesse Olimpiadi di Tokyo, visto che Viale Mazzini detiene i diritti secondari e non si farà scappare le gare con tutti gli azzurri. Non si era mai vista, insomma, tanta ginnastica sul piccolo schermo (e comunque, per i nativi digitali, la Final Six sarà trasmessa anche in streaming su Discovery+) e la Federazione si sta muovendo per portarla sempre più in alto sui tasti del telecomando. Per rimanerci però sono necessari gli ascolti, lo share, l'audience. Il nostro popolo si deve sintonizzare alle 16.00 in punto di sabato 24 aprile, per dimostrare con i numeri che le discipline ginniche non sono affatto uno sport minore e meritano la visibilità mainstream. Tutto ciò che non troverà collocazione nei palinsesti televisivi (ad esempio la sfida per il 3° posto dell'A2 di Ritmica e le semifinali di A1) sarà pubblicato sul canale YouTube della FGI (la nostra immancabile Volare.Tv), in diretta o in leggera differita, sempre on demand. Non ci resta dunque che puntare il telecomando o cliccare sul link, dopo un bel passaparola sui social. Buona visione!