Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

"Lo sport è fondamentale e noi dobbiamo contare soprattutto sui giovani. L'obiettivo è promuovere l'insegnamento e l'educazione allo sport. Come amministrazione vogliamo garantire in maniera gratuita l’attività sportiva, per questo come Regione Lazio, con la collaborazione del Coni, abbiamo voluto dare un’opportunità in più a chi vive in condizioni di disagio e difficoltà economiche, garantendo l'iscrizione gratuita a Educamp a tutti i ragazzi che provengono dalle case-famiglia di Roma. Sappiamo che arriveranno circa 150 ragazzi". Lo ha annunciato Alessandra Troncarelli, Assessore Politiche Sociali, Welfare ed Enti Locali della Regione Lazio nel corso della presentazione alla stampa del progetto nazionale "Educamp", centri sportivi estivi che promuovono l’attività sportiva dai 6 ai 14 anni, proponendo un percorso multidisciplinare per ampliare il bagaglio motorio degli iscritti e favorire l'orientamento legato alle scelte future e l'adozione di stili di vita corretti. "Come Regione, inoltre, garantiamo dei voucher per i ragazzi dagli 0 ai 19 anni che possono essere utilizzati anche per l’attività sportiva, e 3 milioni di euro per le associazioni culturali e associazioni iscritte al registro Coni, per attivita' outdoor", ha aggiunto l'assessore Troncarelli. L’edizione 2020 dell’Educamp CONI dedicato ai centri sportivi estivi multidisciplinari assume l’importante valore simbolico di ripartenza dopo il lockdown causato dalla pandemia di Covid-19 e si caratterizza quest’anno proprio per la novità del corso che si tiene al CPO, organizzato direttamente dal CONI, attraverso la Preparazione Olimpica e l’Istituto di Scienza dello Sport e in collaborazione con il Comitato Regionale Lazio, presieduto da Riccardo Viola. All’incontro con la stampa era presente il numero uno dello sport italiano Giovanni Malagò, il Segretario generale Carlo Mornati, Massimo Castiglia in rappresentanza di “Kinder Joy of Moving”, il progetto di responsabilità sociale del gruppo Ferrero da anni partner del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Raffaella Masciadri, ex atleta azzurra come capitana della Nazionale di Basket e presidente Commissione Atleti del Coni, e Marta Pagnini (nella foto CONI-GMT). La capitana delle Farfalle a Rio de Janeiro, bronzo ai Giochi di Londra 2012 inaugurerà la serie di appuntamenti al CPO con il claim “Dal gioco ai Giochi”, che avrà termine il 4 settembre (7 settimane complessive) e grazie ad esse i giovani potranno accedere a un luogo "sacro" dello sport, come la struttura dell’Acqua Acetosa, e praticare scherma, rugby, calcio, hockey, pallacanestro, taekwondo, baseball/softball, ginnastica e triathlon, interagendo anche con i campioni più titolati dello sport italiano. Oggi ad esempio era presente l’olimpionico Gregorio Paltrinieri. Ma non è raro incontrare nei corridoi del Centro di Preparazione olimpica i grandi interpreti dello sport italiano. "Se siamo qui è perché' non siamo in partenza per le Olimpiadi, per cui abbiamo voluto giocare il nostro jolly: quale luogo migliore per supportare e favorire lo sport, se non un posto storico come il Centro di Preparazione Olimpica 'Giulio Onesti'". Lo ha evidenziato il presidente del Coni, Giovanni Malagò. "La caratteristica di questi Educamp è la multidisciplinarità, perché nessuno nasce sapendo quale sport vuole praticare e spesso c’è un percorso legato a circostanze fisiche o pratiche. Per questo il nostro intento è far capire ai ragazzi quale può essere il loro percorso e avvicinarli allo sport - ha aggiunto il Presidente del Coni – Noi siamo la colonna vertebrale dello sport, che in questo momento è in difficoltà, perché' ci sono problemi di carattere pratico ed economico. Quindi dobbiamo dare una possibilità concreta affinché, ad esempio, un tecnico possa chiedere supporto e portare i suoi ragazzi ad allenarsi. Dobbiamo assolutamente supportare i ragazzi che praticano sport per continuare a farlo. Così facciamo crescere gli atleti e i futuri campioni". Le iscrizioni al centro estivo di Roma possono essere presentate attraverso l'area riservata , ma gli Educamp CONI sono presenti su tutto il territorio nazionale dove vince la formula smart, grazie alla proposta dei Comitati Regionali del CONI agli Organismi Sportivi e alle Associazioni Sportive e alle Società Dilettantistiche del territorio per una ripartenza dell’attività giovanile in sicurezza, con l’organizzazione dei centri sportivi estivi grazie alle varie realtà locali. Al momento il progetto ha già riscontrato l’interesse di 169 Associazioni attive in 15 Regioni diverse (con Liguria, Veneto e Sicilia leader), numero destinato a crescere ancora nei prossimi giorni. Genova è la città che detiene il numero più alto di realtà coinvolte (12), seguita da Torino (5).

Fonte: www.coni.it