Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Non è voluta mancare a un appuntamento così importante come la XXX Universiade estiva di Napoli 2019. La Direttrice Tecnica Nazionale, Emanuela Maccarani, non si è persa la competizione di Ginnastica Ritmica e si è goduta l'All Around di Alessia Russo al PalaVesuvio di via Argine. L'allenatrice delle Farfalle, che non hanno partecipato ai Giochi Universitari per motivi anagrafici, ha fatto il tifo per la stella dell'Armonia d'Abruzzo e ha raccontato ai microfoni della Federginnastica le sue impressioni sulla competizione e sui prossimi impegni che attendono i piccoli attrezzi azzurri.

Come giudica la prestazione di Alessia Russo nell'All Around?

“Devo dire che ha concluso il concorso generale con ottime prestazioni. L'esordio è stato ottimo, sono sicura che non era scontato entrare in pedana davanti al pubblico italiano, ma ha dimostrato la grandissima voglia che aveva di far bene”.

Ha la possibilità di ambire alle medaglie nelle due finali?

“La gara è la gara. Mi auguro che, con la stessa determinazione e con un pizzico in più di tranquillità, Alessia possa entrare in pedana in finale e godersela appieno. Ha lavorato tanto in questo periodo e se lo merita”.

Ha avuto modo di dare uno sguardo alle ginnaste in gara in vista del Mondiale di settembre?

“Questa edizione dell'Universiade vede la partecipazione di ginnaste di livello, sia individualiste che squadre. Per la Russia abbiamo visto una seconda squadra, anche se di qualità, così come l'Ucraina. Il livello generale si è molto alzato”.

Un giudizio sull'organizzazione dell'Universiade?

“L'ambiente è veramente ospitale: la gentilezza e l'educazione dei volontari, che sono il fulcro di questo evento, è stata incredibile. Gli impianti e l'organizzazione della gara sono andati perfettamente”.

Quali sono i prossimi appuntamenti che attendono la Ginnastica Ritmica?

“La squadra e le individualiste affronteranno un'estate decisamente calda, gli eventi che porteranno al Campionato del Mondo di Baku sono diversi. Partiremo con le Challenge Cup, in preparazione all'importantissimo appuntamento di settembre, sì per le Farfalle ma soprattutto per Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri. Entrambe conquisteranno, ne sono convinta, la qualificazione per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Non è scontata ma sono due ginnaste assolutamente all'altezza e alla portata di una competizione che deve regalare loro l'opportunità di partecipare all'Olimpiade”.