Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

La soddisfazione è immensa, così come lo è stata Alessia Russo nella seconda giornata della XXX Universiade estiva che ha visto chiudere l'All Around di Ginnastica Ritmica. L'impegno profuso e il duro lavoro sono stati ripagati da una prestazione di livello, che ha consentito alla stella dell'Armonia d'Abruzzo di conquistare la sesta piazza nel concorso generale – dopo le ultime due rotazioni a clavette e nastro – grazie al punteggio totale sui quattro attrezzi di 71.750, comunque a meno di un punto dal podio partenopeo. Ma la ginnasta di Figline Valdarno ha fatto molto di più perché, dopo aver ottenuto ieri il pass per la finale al cerchio, quest'oggi ha fatto il bis strappando la qualificazione al nastro. Una routine pulita e decisa, giudicata 17.450 dagli ufficiali di gara: il terzo miglior punteggio della specialità, un buon auspicio per giocarsi il tutto per tutto nella giornata di domani. Alle clavette, invece, Alessia ha sfiorato di un niente l'accesso alla final eight: seconda riserva con 17.950, ad appena un decimo dall'ultimo posto utile tra le prime otto, occupato invece dalla spagnola Sara Llana Garcia. Dominatrice assoluta dei Giochi Universitari nei piccoli attrezzi è stata certamente la russa Ekaterina Selezneva, vincitrice dell'All Around con il totale di 83.600 (e prima in qualifica in tutti gli attrezzi), a distanza siderale (75.425 punti) dalla medaglia d'argento azera Zora Aghamirova – non tanto sorpresa quanto conferma dopo gli European Games di Minsk – e dalla statunitense Laura Zeng, che ha chiuso il podio napoletano (72.600 punti). Per quanto riguarda la competizione a squadra, la Russia conquista la medaglia d'oro nel concorso generale, tenendosi alle spalle sia l'Ucraina che il Giappone. Il menu di domani sarà ancor più gustoso, con il PalaVesuvio di via Argine completamente sold out per le finali di specialità individuali e a squadre, in scena a partire dalle 13.30. L'azzurra allenata da Germana Germani si giocherà la possibilità di riportare a casa un metallo pregiato nelle final eight al cerchio e al nastro, supportata dal calore del pubblico che l'ha sostenuta sin dal primo giorno della competizione.

Classifica All Around

Quallificazione Clavette

Qualificazione Nastro

Photo credit - Giuseppe Santacroce/FGI