Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Come nel più bello dei matrimoni, la sposa non sa rinunciare al suo cambio d'abito per incantare tutti gli invitati. Così il rinnovato PalaVesuvio di via Argine, il palazzetto del quartiere Ponticelli di Napoli, che ha ritrovato nuova vita grazie al restyling per la XXX Universiade estiva. Già teatro della Ginnastica Artistica e, soprattutto, delle medaglie azzurre conquistate nei primi giorni della competizione – il bronzo a squadre delle femminile, l'argento alla trave di Lara Mori e l'oro al corpo libero dell'ultima teodofora Carlotta Ferlito - il PalaVesuvio si è rifatto il look e non vede l'ora di mostrarlo per le gare di Ritmica, in programma dall'11 al 13 luglio. Dunque via anelli e sbarra, parallele asimmetriche e trave, ecco apparire la pedana dedicata alle ginnaste dei piccoli attrezzi. Sin da oggi si entra nel vivo, con la preparazione in vista della competizione vera e propria. Le delegazioni universitarie, provenienti da tutto il mondo, hanno iniziato ad allenarsi nei diversi campi predisposti e nel pomeriggio svolgeranno le prime prove podio. Questo il programma per la giornata di oggi e di domani, mentre giovedì 11 prenderà il via l'all around, che si snoderà in due manche: prima le due rotazioni con cerchio e palla per le individualiste e la routine alle 5 palle per le squadre, poi venerdì 12 la chiusura con clavette e nastro e il misto (3 cerchi e 2 clavette) per i gruppi. L'ultimo giorno, sabato 13, andranno infine in scena le finali di specialità per attrezzo. A difendere i colori azzurri, al cospetto di rivali di altissimo livello, ci sarà la stella dell'Armonia d'Abruzzo Alessia Russo che già oggi comincerà a scaldare i motori con l'allenamento e le prove podio al Pala Vesuvio. La terza miglior ginnasta italiana, come hanno decretato gli ultimi Assoluti di Ritmica, è alla sua prima Universiade e – neanche a dirlo – non vede l'ora di iniziare questa nuova esperienza internazionale.