Anna Piergentili è la vice campionessa europea junior alla palla. Con 31.250 punti, la ginnasta allenata da Claudia Mancinelli alla Ginnastica Fabriano, ha vinto la medaglia d’argento al suo debutto ad un campionato continentale, confermando tutto il suo talento. La ginnasta di Sarnano è finita davanti alla bulgara Magdalena Valkova, bronzo con 31.150 e dietro a Maayan Sumkin Meital, oro con 33.550. L’israeliana prende il posto della connazionale Michelle Munits che lo aveva vinto a Tel Aviv nel 2022. Dopo il 5° posto nel team ranking di ieri, che si aggiunge al quarto conquistato a Baku all’Europea Cup, la 15enne marchigiana eguaglia Alexandra Agiurgiuculese che vinse nello stesso attrezzo ad Holon 2016, senza dimenticare l’argento al nastro conquistato da Tara Dragas all’Europeo giovanile israeliano di due anni fa. “Sono molto felice di questa medaglia – ha dichiarato “Super Anna” al termine della cerimonia di premiazione – È il frutto di tanti mesi di lavoro in palestra con Claudia per arrivare qui pronta con un esercizio nuovo. Dedico la medaglia alla mia famiglia, alla mia società e alla Federazione per il loro continuo supporto”.


Margherita Fucci, anche lei classe 2009 e debuttante in un Campionato Europeo junior, è finita ai piedi del podio ungherese nella finale alle clavette, a soli due decimi dalla terza classificata, l’israeliana Alona Tal Franco, bronzo con il personale di 30.450. La ravennate, allenata da Simona Ravaioli presso la Cervia Ginnastica e Sport, dopo essersi assicurata la finale con l’ottavo punteggio in qualifica migliora la sua performance e la posizione in classifica di una finale che ha visto trionfare Amalia Lica, oro con 30.800 punti. La romena, che mantiene il titolo in questa specialità, ha preceduto la slovena Alja Ponikvar, argento con 30.550. “Sono molto felice di questo risultato perché sono riuscita a migliorarmi rispetto alla qualifica – ha dichiarato “Maggie” in mixed zone - Sfiorare un podio al primo campionato europeo da junior è una grandissima soddisfazione e spero sia la prima di una lunghissima serie


Nella finale al cerchio è nuovamente Amalia Lica ad avere la meglio sulle avversarie conquistando 32.850 punti validi per la prima posizione in classifica. La romena succede alla bulgara Elvira Krasnobaeva che aveva vinto lo stesso titolo due anni fa a Tel Aviv. L’argento se lo aggiudica l’israeliana Alona Tal Franco con 32.750 punti mentre il bronzo va alla polacca Olivia Maslov, a quota 32.250. Ai piedi del podio ungherese la bulgara Dara Malinova con il personale di 31.300. Terzo oro di giornata per Amalia Lica, questa volta al nastro. Con un 30.950 si prende di diritto il titolo vinto due anni dall’israeliena Daniela Munitz e si lasica alle spalle la bulgara Dara Malinova, seconda con 29.600 punti e la georgiana Barbare Kajaia, terza a quota 29 punti netti.