Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Le finali nazionali Summer Edition si avviano verso l’ultimo miglio. La settimana volge al suo epilogo e con l’arrivo della Ginnastica per Tutti s’impenna la curva dell’entusiasmo. Per i tre giorni finali, in un week end lungo di sport e divertimento, si prevedono picchi di gioia d’altri tempi. “Stiamo assistendo alla dimostrazione plastica della volontà di ripartenza – commenta il consigliere federale FGI Franco Mantero, che ha dato il cambio alla prof. Marina Piazza, in rappresentanza del Presidente nazionale Gherardo Tecchi - Se vai in giro per i vari padiglioni si coglie una felicità fisica, una contentezza tangibile. E’ la voglia di partecipare, di essere presenti che, dopo tanta attesa, si materializza in campo gara. Lo sport è agonismo - e qui facciamo gare di livello base - ma anche un momento di socialità, condivisione di emozioni. Ecco, la parte emozionale, in quest’anno privo di contati e di abbracci, la leggi negli occhi delle persone”. È un po’ come quando si perde un senso e il nostro organismo, per compensare, acuisce gli altri quattro. Non potendoci toccare, è lo sguardo e il movimento individuale che si illuminano per trasmettere la voglia di stare insieme. “Dal punto di vista organizzativo va sempre meglio – prosegue il dirigente ferrarese - Con le opportune correzioni, grazie anche alle segnalazioni costruttive di chi partecipa, si continua a crescere. La Romagna, non lo scopriamo ora, è leader nell’accoglienza turistica. Gli eventi sportivi sono un’occasione per l’economia di un territorio. Noi muoviamo tanta gente e, a volte, le amministrazioni locali non conoscono tutto il nostro potenziale. Siamo grati alla città di Rimini e alla sua Fiera, una delle migliori al mondo. La sinergia procede così bene che un evento emergenziale come la Winter Edition dello scorso dicembre, adesso può diventare strutturale”. L’evento estivo ha richiamato sulla riviera adriatica oltre diciottomila atleti con ventiquattromila iscrizioni. A dicembre, in una stagione diversa, con la manifestazione spalmata su cinque giornate anziché dieci, sarà un’edizione diversa, una specie di antipasto, con il mare d’inverno pronto a scaldarci i cuori e a render meno lunga l’attesa della festa del giugno successivo. “Quando la FGI istituì la categoria Silver, affiancata alla Gold – conclude l’Ing. Mantero – ebbe un colpo di genio. Sono i fatti a dirlo, perché la Silver intercetta un mondo di ginnaste e ginnasti, i quali, malgrado non raggiungano l’eccellenza, hanno voglia di stare in palestra e di trovare il proprio momento agonistico, strutturato e federale, con giudici e tornei regionali e nazionali. D’altra parte un podio è sempre un podio e quando sento l’Inno di Mameli suonare nella competition hall di Rimini mi vengono i brividi come agli Europei di Calcio”. Ma le medaglie hanno sempre due facce e l’altra ce la mette Marco Borroni, sport manager dell’Italian Exibition Group. E’ una faccia sorridente, se non altro per il fatto di rivedere la Fiera popolarsi di gente. “Siamo stati chiusi per tanto tempo. Il settore fieristico è stato tra i più colpiti dalla pandemia. I quartieri hanno riaperto ufficialmente dal 15 giugno, quindi la Summer Edition di ginnastica è il nostro primo grande appuntamento, fatta eccezione per la Nations League di Volley che si sta disputando, in deroga e in una bolla sul modello NBA di Orlando 2020, nel padiglione dell’ingresso Est”. Ci sono 16 nazionali maschili e 16 femminili di pallavolo chiuse in una specie di Grande Fratello televisivo, inaccessibili anche ai giornalisti, mentre a pochi isolati impazza la manifestazione ginnica, in una regione bianca con la curva del contagio ai minimi storici. “Dal Presidente Lorenzo Cagnoni all’Ad Corrado Peraboni ci siamo impegnati al massimo, con il LOC Pesaro Gym – Esatour, affinché venissero rispettati i protocolli sanitari imposti dalla Federazione Ginnastica d’Italia. Non era affatto semplice – prosegue il dr. Borroni - mettere in piedi un meccanismo del genere e per noi ha rappresentato il primo vero test di ripartenza. Ovviamente abbiamo il vantaggio di poter sfruttare quarantamila metri quadrati di spazi, distribuiti e frazionati. I flussi sono gestibili, gli spazi comuni amministrati in assoluta sicurezza, grazie ai cinque padiglioni, la hall d’ingresso, gli uffici, i servizi e l’area commerciale”. In quest’ultima abbiamo ritrovato gli stand degli espositori del settore, a cominciare dai partner federali, Sigoa, Pastorelli, GeoGym, Sportissimo e Pignatti, con il prodotti di San Carlo e l’Acqua Uliveto ad allietare i momenti di pausa, tra una gare e l’altra. “Molti di loro sono piccoli artigiani, ancora in difficoltà per i lockdown, totali o parziali, degli ultimi mesi. Per questo abbiamo proposto il 30% di sconto per l’affitto elle aree espositive – conclude il dirigente dell’Italian Exibition Group - Questa è la quarta edizione a Rimini, siamo partiti nel 2017. Ma è come se fosse una nuova inaugurazione. Su questo evento la città ha sincronizzato la sua ripartenza turistica; gli alberghi, ancora orfani degli stranieri, in attesa del green pass europeo, hanno riaperto in anticipo, facendo coincidere l’inizio della stagione balneare con l’appuntamento ginnico. Ad agosto avremo il Meeting per amicizia fra i popoli, una manifestazione di livello mondiale, con la presenza di diversi Capi di Stato, ma non dimenticheremo che la Summer Edition è stata la scintilla organizzativa per rimettere in moto la macchina. Stiamo lavorando affinché il quartiere fieristico di Rimini sia la location ideale per sviluppare eventi formativi, soprattutto sportivi. Crescita e sviluppo, nuove attività che allarghino il perimetro della manifestazione, spazi e servizi, miglioramenti qualitativi gestionali, sono tutti strumenti che vogliamo mettere a disposizione del COL in futuro. La partecipazione record del 2021 è il dato analitico che ci conferma che siamo sulla strada giusta”.