Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Che performance sportive e corretta alimentazione siano legate a doppio filo è ormai cosa risaputa. Ciò su cui - ancora oggi - regnano ambiguità e teorie divergenti è il reale fabbisogno nutrizionale di chi allo sport ha dedicato la vita. I dubbi sono tanti, così come le fake news più accreditate: “E’ meglio fare sport di mattina?”, “Se siamo a digiuno bruciamo più calorie?”, “Per scolpire il muscolo, nella dieta solo albumi e petti di pollo?”. E via discorrendo. Per dare risposta a queste e a tante altre domande è nato il premio “Food&Sport”, promosso dal Consorzio Cacciatore Italiano e presentato, mercoledì 12 maggio, presso il circolo Montecitorio di Via dei Campi Sportivi a Roma. Un'occasione - organizzata nel pieno rispetto delle normative anti covid - per sfatare i falsi miti e diffondere una corretta informazione su salute, alimentazione e sport, insieme ad un esperto: il biologo nutrizionista Lorenzo Traversetti. Ma non si può parlare di sport e dieta dello sportivo senza interpellare gli atleti. Quelli che hanno dato lustro al nostro Paese nel mondo. Tra loro sono state premiate le ginnaste della Squadra Nazionale di Ginnastica Ritmica rappresentate, per l’occasione, dalle atlete romane Nina Corradini e Martina Centofanti. Il premio per quest’ultima è stato ritirato dal padre, l’ex giocatore dell’Inter, Felice Centofanti. A presentare l'evento e premiare le nostre stelle - che da anni rappresentano orgogliosamente l'Italia alle competizioni internazionali, tra cui coppe del mondo, campionati europei, campionati mondiali e Giochi Olimpici – è stato Pierluigi Pardo, tra i più famosi e amati giornalisti sportivi italiani, conduttore televisivo e commentatore sportivo, la voce più familiare delle partite di Serie A. Oltre alle nostre Farfalle azzurre sono stati premiati per l'impegno come Ambassador dell’Italia nel mondo e per la promozione dei valori sportivi legati alle buone pratiche alimentari: Aldo Montano (Scherma), Michael Magnesi (Pugilato) e Alessandro Terrin (Nuoto).