Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Risultato storico del trampolino azzurro senior ai campionati europei in corso a Sochi, in Russia. Il team maschile composto da Flavio Cannone (107.575), Dario Aloi (104.485), Samuele Patisso Colonna (103.735) e Marco Lavino (94.330) conquista la finale a cinque continentale con il quinto totale alle spalle di Bielorussia, Russia, Francia e Portogallo. “L’Italia è nel gotha europeo della disciplina – esulta il Direttore Tecnico della Sezione Giuseppe Cocciaro, insieme al team manager, nonché capo delegazione, Ermes Cassani - i ragazzi hanno condotto una gara splendida, facendo registrare soltanto un errore nel primo esercizio di Lavino, che comunque non è entrato nel computo di squadra. In testa a tutti c’è il nostro inossidabile capitano, il nostro cannone nazionale (classe 1981) che ha sparato i colpi più alti. Le Federazioni che ci precedono sono tutte fortissime, ma stare lassù è per noi già un premio straordinario”. Come lo sono anche i piazzamenti individuali, perché la FGI entra con tre ginnasti su tre nella semifinale a 24 maschile – il caporal maggiore dell’Esercito italiano che chiude quindicesimo, e i due della Milano 2000, Aloi e Patisso Colonna, che si prendono, rispettivamente, la 20ª e 22ª posizione (esclusi i quarti rappresentanti che li precedono) – e conquista un posto anche nella femminile con Isabella Murgo, diciottesima a quota 93.770, sulle trentadue ragazze volanti del Vecchio Continente.

QUALIFICAZIONI INDIVIDUALI MASCHILI

QUALIFICAZIONI INDIVIDUALI FEMMINILI

QUALIFICAZIONI A SQUADRE MASCHILI