Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Alla presenza del Presidente federale, il cav. Gherardo Tecchi, nel Palazzetto dello Sport ‘Capocasale’ di Bari, nel pieno rispetto delle norme anti-contagio Covid-19, si è svolta l’Assemblea Regionale Elettiva del Comitato Regionale Puglia. E’ stato il vicepresidente della Federazione Ginnastica d’Italia, Rosario Pitton, a presiedere l’Assise per unanime volontà dei Presidenti e Delegati delle 27 società presenti con diritto a voto, per complessivi 136 voti. Invitato a porgere il suo saluto, il Presidente Tecchi ha fatto una rapida panoramica sullo splendido 2019 della Federazione Ginnastica d’Italia che, con i suoi 150 anni, resterà nella storia, ma ha dovuto anche aggiornare i presenti sulle pesanti ripercussioni negative della pandemia che si sta affrontando con grande determinazione e con gli strumenti più idonei, per non disperdere un patrimonio culturale, sportivo e umano che fa grande la nostra ginnastica nel mondo. A completare l’ufficio di presidenza Carmela Serrone (Vicepresidente) e Fabio Gaggioli (Segretario). Riconferma e sesto mandato consecutivo per Lorenzo Cellamare alla presidenza regionale pugliese 2021-2024, con 129 voti, 5 schede bianche e 2 astenute. Nel quadriennio sarà coadiuvato dai consiglieri eletti Gianluca Semitaio (115 voti), Giuseppe Cazzorla (109), Domenico Rosa (105), Patrizia Tamburrano (97), Giovanna Pascazio (96), Antonio Spagnolo (93), Caterina Barberio (92) e Saverio De Candia (79). "Sono molto soddisfatto per la partecipazione a questa assemblea, che va ben al di là delle aspettative, e per questo voglio ringraziare tutti gli intervenuti, ed il Presidente federale che con la sua presenza testimonia ancora una volta la vicinanza al nostro territorio - ha dichiarato il numero uno della Puglia - Inutile dire che il risultato elettorale mi gratifica ancora una volta, insieme a chi dovrà, poi, raccogliere l’eredità di quanto seminato per continuare a far crescere la nostra regione" - ha concluso il dirigente barese.