Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

La grande ginnastica approda su NOVE. Vista l’incertezza sulla riapertura al pubblico degli impianti di gara, qualora gli appassionati non potessero seguire le loro amate discipline, saranno quest’ultime a raggiungere i propri appassionati. La Federginnastica, infatti, ha stretto un accordo con il canale in chiaro del gruppo Discovery, già detentore dei diritti televisivi dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020, per la trasmissione in diretta delle Final Six di Ritmica e Artistica. Dopo il successo di ascolti della docu-fiction Ginnaste - Vite Parallele su MTV (oggi Tv8) e della World Cup di Pesaro su La7, la FGI approda su un altro canale in chiaro e generalista, presente al numero 9 dell'LCN nazionale (Logical channel number), ossia del telecomando, con due manifestazioni di punta del suo calendario nazionale. Si comincia sabato 24 ottobre, dalle 15.55 alle 18.40 circa, al Pala Ruffini di Torino, con la finalissima scudetto dei piccoli attrezzi organizzata dall'Eurogymnica e dallo staff di Marco Napoli. Oltre due ore e mezza live sul piccolo schermo con la telecronaca della giornalista Ilaria Brugnotti e il commento tecnico di Marta Pagnini. Domenica 22 novembre, invece, dal Pala Vesuvio di Napoli, già sede delle Universiadi 2019, andrà in onda l’epilogo del massimo torneo dei grandi attrezzi, maschili e femminili. E non finisce qui, perché entrambe le competizioni andranno anche sul satellite con Eurosport e rimarranno a disposizione on demand sulle piattaforme streaming della multinazionale statunitense e, attraverso Volare Tv, su DAZN e YouTube. Insomma, la ginnastica in televisione, come non l’avete mai vista, ci farà sentire distanti ma uniti.