Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

La meglio gioventù azzurra dell'Artistica maschile continua a collezionare medaglie e a certificare l'importante processo di crescita che l'ha vista affermarsi nell'intero 2019 tra gli EYOF e il Mondiale junior. Gli ultimi successi dell'Italbaby dei grandi attrezzi arrivano dal Belgio, in particolare dal Torneo Internazionale Under 18 andato in scena questo weekend a Dedermonde tra le rappresentative di Italia, Belgio, Svizzera e Paesi Bassi. Spicca la bella medaglia d'argento nel concorso generale della squadra composta da Lorenzo Bonicelli (Ghislanzoni Gal, allenato da Paolo Quarto e Pamela Cauli al polo tecnico federale di Seveso), Lorenzo Casali (Giovanile Ancona), Massimo Cerfogli (allenato da Alessandro Zanardi alla Milano GymLab), Andrea Dotti e Niccolò Vannucchi (Gymnastic Romagna Team). Appena 1 punto e 700 a dividere l'Italia dal primo gradino occupato dalla Svizzera e tanta soddisfazione per il successo – medaglia d'oro nell'all around individuale – di Casali che si è affermato come il miglior ginnasta dell'incontro internazionale con il totale di 79.300 sui sei attrezzi.

“Tutti i ginnasti hanno presentato esercizi nuovi, aumentando le difficoltà. Al momento non sono così stabili da garantire un'ottima esecuzione – ha spiegato il Responsabile delle Squadre Giovanili, Nicola Costa, dal Belgio – La gara è stata un pochino altalenante ma abbiamo registrato risultati importanti, soprattutto al corpo libero. Meno bene al cavallo con maniglie, ci siamo difesi agli anelli e abbiamo svolto una super prova al volteggio. Peccato aver sfruttato solo in parte la debacle svizzera alle parallele, dove abbiamo commesso qualche errore come anche alla sbarra. Ma arrivare a poco più di un punto dalla Svizzera, con una squadra ancora deficitaria di alcuni ginnasti, è un risultato di cui si può essere soddisfatti. Ma soprattutto è stato importante valutare il livello dei ragazzi per poter migliorare in ottica Europeo”.

Infatti, tra i nomi di spicco dell'Italbaby maschile, mancavano quelli di Mirko Galimberti e Ivan Brunello, reduce dall'operazione programmata e svolta in estate ma ormai pronto al rientro in pedana. Questo classico quadrangolare, in scena da diversi anni, deve essere considerato non come l'ultima gara dell'anno ma piuttosto come la prima di un percorso che per la Squadra nazionale junior ha come obiettivo l'Europeo 2020 (in scena a fine maggio a Baku in Azerbaijan). Un percorso che andrà avanti la prossima settimana a Linz in Austria, dove i baby azzurri saranno impegnati nell'Austrian Future Cup. Insieme a Nicola Costa, i ragazzi sono stati accompagnati in Belgio dai tecnici Fabrizio Marcotullio e Claudio Pasquali oltre che dagli ufficiali di gara Uber Barbolini e Paolo Laghezza.

RISULTATI

Classifica AA Squadre

Classifica AA Individuale (pagina 1)

Classifica AA Individuale (pagina 2)