Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Dopo essere entrate in finale con il settimo punteggio Sara Lorenzini e Marta Tambone hanno migliorato la loro performance all’Europeo di Holon conquistando la sesta posizione.  Un risultato che conferma l'ottimo lavoro della sezione e l'impegno della Federazione nella crescita di questa disciplina. "L'Acrobatica è uno sport altamente spettacolare e molto tecnico - ha dichiarato Vittorio Massucchi, capo delegazione in Israele - La nostra ginnastica è sicuramente tra le più belle ed entusiasmanti da vedere, lo dimostra l'entusiasmo di tutto il puibblico quando entrano gli azzurri in pedana. Voglio fare un plauso a tutto la nostra delegazione che si è dimostrata sempre molto compatta e coesa. È una disciplina che potrà dare alla Federazione molte soddisfazioni in futuro". Gli ha fatto eco il team manager di sezione Fabio Gaggioli: “Sono veramente orgoglioso perché lo staff tecnico guidato da Erica Loiacono e tutte le società della FGI se lo meritano davvero”. Su 27 nazioni in gara, e quindi 27 coppie partecipanti, il duo azzurro è il sesto più forte d’Europa. I complimenti arrivano anche dal Presidente dell’Unione Europea di Ginnastica, Farid Gayibov, che consegna la bandiera UEG a Pesaro, città che nel 2021, grazie al COL diretto da Marco Cadeddu, ospiterà l'11ª edizione dell'Age Group e la 30ª edizione dei Campionati Europei di Ginnastica Acrobatica.