Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Sabato 7 settembre all’interno del Parco di Oltremare si è svolta la festa dei 150 anni FGI del Comitato Emilia Romagna. Il Consigliere e referente per la Sezione GAF regionale Francesco Poesio, delegato dal presidente Corrado Dones e dal resto del Direttivo, ha organizzato l’evento in collaborazione con lo staff della Ginnastica Riccione e il Comitato stesso, a cominciare dal suo Vicario Maria Bernasconi. Alla presenza del numero uno della Ginnastica italiana, il Cav. Gherardo Tecchi, del collega della Federazione sanmarinese Fabrizio Castiglioni e del CONI regionale Umberto Suprani, del componente del CDF Fedele Massimo Anglani, del Sindaco Renata Tosi e di tanti campioni del passato e del presente, hanno sfilato gli oltre cento presidenti - o loro delegati - delle società emiliane e romagnole. Davvero suggestiva l’esibizione delle bambine societarie della S.G. Riccione che hanno rappresentato tutte le discipline della Federazione, dai grandi ai piccoli attrezzi, dal telo elastico all’aerobica, dall’acrobatica al parkour, allo yoga, al pilates e tutte le altre attività della Sezione Salute e Fitness, lungo il percorso in direzione della laguna dei delfini. Dopo il sontuoso ed elegante aperitivo preparato dal catering i Girasoli del gruppo Leardini, alle 19,30 è iniziata la serata vera e propria, moderata da Fabio Gaggioli, con la presentazione del libro dei 150 anni da parte dell’autrice Ilaria Leccardi per BradipoLibri e dell’opera di Carlo Ravaioli, “Memorie di un ginnasta quasi olimpico”, edita da Argentodorato. Poi è stata la volta delle premiazioni sia dei sodalizi con più di 50 anni di affiliazione sia degli ex atleti olimpici e degli azzurri attuali. Anche le autorità hanno ricevuto il loro riconoscimenti, tra cui la targa consegnata al cavalier Tecchi, che l’ha ritirata a nome di tutto il movimento. Il momento clou è arrivato con le evoluzioni dei delfini che sembrava effettuassero salti acrobatici molto simili ai movimenti della ginnastica. I Tre direttori tecnici regionali sono stati chiamati in pedana dagli animatori per provare ad addestrare questi splendidi mammiferi marini, di un’intelligenza incredibile. Poesio nel suo ringraziamento ha voluto sottolineare che ancora una volta, anche in occasione di questa manifestazione, ha vinto il gioco di squadra. “Lo scopo principale – ha aggiunto il Presidente della Ginnastica Riccione – era quello di stupire i presenti, ma soprattutto di farli tornare bambini. Guardando i loro sguardi stupiti credo proprio che ci siamo riusciti!”. A chiudere l’emozionante avventura nella foresta preistorica di Darwin, fra alligatori, draghi barbuti e coloratissimi uccelli, in una atmosfera unica che lascerà ricordi indelebili.