Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Si alza il sipario, si illumina il teatro. Va in scena il 37° Campionato Europeo di Ginnastica Ritmica. Un magnifico trailer dei prossimi Giochi Olimpici di Tokyo 2021, l’ultimo grande evento internazionale che vedrà protagoniste quasi tutte le big impegnate nella rassegna a cinque cerchi. Sarà uno spartiacque importante, lungo il cammino verso il Giappone, che vedrà affrontarsi squadre e individualiste senior, oltre ai gruppi d’insieme junior.

Le Farfalle azzurre - Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Martina Santandrea, Agnese Duranti e Daniela Mogurean - vincitrici di due medaglie d’oro di specialità nell’ultima World Cup di Pesaro, se la vedranno con rivali aggueritissime. A cominciare dalle padrone di casa della Bulgaria, che hanno fatto incetta di medaglie nel circuito di Coppa del Mondo e si sono dimostrate già pronte per l'appuntamento olimpico. Immancabilmente c'è la Russia, tornata alla ribalta proprio nella città di Rossini con il gruppo delle titolari. In grande spolvero la Bielorussia, che ha ben figurato negli ultimi appuntamenti internazionali. Occhio anche a Israele, campione in carica per i gruppi dopo l'ultimo Europeo di Kiev dello scorso novembre.

A Varna c'è il gotha delle individualiste europee, nel quale – di diritto – si inseriscono le due azzurre Alexandra Agiurgiuculese e Sofia Raffaeli, quest'ultima alla sua prima rassegna continentale da senior. Le due superstar russe, le gemelle Dina e Arina Averina, hanno tutta l'intenzione di contendere il titolo alla campionessa europea in carica, l'israeliana Linoy Ashram. Poi ci sono le stelle di casa, le bulgare Boryana Kaleyn, sempre ai vertici delle classifiche, e l'idolo del pubblico Katrin Taseva. La Russia presenta anche, come terza ginnasta del roster, la giovane Lala Kramarenko, campionessa mondiale junior nel 2019. Attenzionata anche la coppia bielorussa, Anastasiia Salos e Alina Harnasko come il talentuoso trio ucraino Vlada Nikolchenko, Krystyna Pohranychna e Viktoria Onoprienko. Tra le contendenti alla finale All Around, tra le migliori 24 ginnaste del panorama continentale, le azere Arzu Jalilova e Zohra Aghamirova, la georgiana Salome Pazhava, l'israeliana Nicol Zelikman e la francese Kseniya Moustafaeva.

Dalla nostra inviata Giorgia Baldinacci