Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

La prima sessione di gara, dedicata alle categorie Individuale femminile e Trio juniores, si chiude con tre qualificazioni per l’Italbaby della DTN Righetti. Nel singolo Camilla Cubito firma un 19.950 (D 2.750 –E 8.700 – A 8.500) sporcato solo da una piccola imprecisione, risultato che le vale l’8° posto virtuale in classifica e un pass per la final eight di domenica.

INDIVIDUALE - “E’ andata bene ma posso fare di meglio - spiega la campionessa individuale Gold in carica – Anche se mi è stata tolta una difficoltà sono comunque soddisfatta. E poi, considerando che ho già un Europeo alle spalle, questa è l’occasione buona per affermarmi di nuovo su un palcoscenico continentale. Ci sono tante ginnaste forti qui ad Ancona – prosegue il talento dell’Amico Sport - ma il livello dell’Italia è molto buono. Lo dico senza problemi, possiamo benissimo puntare a un podio in finale”. Peccato invece per l’altra azzurrina in pedana, Sofia Cavalleri, che all’esordio in un contesto internazionale manca l’accesso alle finali per soli due decimi e mezzo. In realtà, il 19.700 (D 2.650 –E 8.650 – A 8.400) della bergamasca mantiene la terza posizione per quasi metà gara, fino a quando il 20.300 di Francesca Morar (ROM) e il 20.000 tondo dell’ungherese Dora Akosegyi non la costringono sulla 9ª piazza, alle spalle della compagna Cubito. “E’ stata un’ esperienza stupenda, la mia prima gara con la maglia della nazionale. Prima di entrare in campo mi sentivo insicura, ma poi ho pensato solo a dare il meglio di me. Peccato per l’errore nella reverse, senza avrei potuto ottenere qualcosa di più” – le parole della giovanissima dell’Aerobica Evolution.

TRIO - Terminano anche le eliminatorie del Trio. L’Italia conquista la finale con entrambe le formazioni. Davide Nacci, Francesco Blasi e Francesco Sebastio raggiungono la 2ª posizione provvisoria con il totale di 20.100 (D. 2.8 – E. 8.65 – A. 8.65). Sara Cutini, Sarah Ferragina e Martina Foresi si piazzano al 5° posto – dietro Romania (pt. 19.800) e Spagna (pt. 19.300) – con il complessivo di 19.250 (D. 2.65 – E. 8.25 – A. 8.45). In testa alla classifica la Turchia con 20.400. “Il nostro è un Trio completamente nuovo – ha detto Davide Nacci in mixed zone al termine della competizione di oggi – È stata davvero una bella esperienza. L’impatto con la pedana a dir poco entusiasmante. Il calore del pubblico presente qui ad Ancona ci ha caricato tantissimo durante tutto l’esercizio. È andata bene ma in finale faremo sicuramente meglio! Gli fanno eco i compagni: “Non male come esordio in campo continentale. Durante tutto il percorso di preparazione ci siamo fatti forza a vicenda e oggi, davanti al nostro pubblico, abbiamo dato tutto. Ci siamo divertiti. Adesso pensiamo solo alla finale!” “È stato emozionante e al tempo stesso molto divertente portare il nostro esercizio su questa pedana – hanno detto in Zona Mista le giovani promesse dell’Aerobica azzurra - Prima dell’esercizio l’ansia si è fatta sentire ma il pubblico ci ha incoraggiato e ci ha fatto tirare fuori una grande carica. C’è stata qualche imprecisione ma siamo soddisfatte del punteggio. Ci vediamo in finale!”

Ad impreziosire l'inaugurazione degli Europei marchigiani,  il Presidente della FGI, il cav. Gherardo Tecchi, accompagnato in tribuna autorità dal vice vicario nonché Capo delegazione ad Ancona, Valter Peroni. Si ricomincia alle 14:30 con le qualificazioni individuali maschili, della Coppia e del Gruppo. 

Classifiche

Dai nostri inviati: F. Calabrò/  P.L. Girlando/ Foto Ivan F/Melogym