Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Il trampolino azzurro è stato protagonista a Maebashi, in Giappone, della sesta World Cup 2018 del circuito internazionale. Nell’individuale maschile il caporal maggiore scelto dell’Esercito Italiano Flavio Cannone termina la sua fase di qualificazione al 18° posto. Il suo salto libero e il suo obbligatorio sono stati valutati complessivamente con un 108.680. Dario Aloi, invece, si ferma in 43ª posizione con 52.430 punti. L’imperatore di questa tappa giapponese di Coppa del Mondo è Gao Lei con 61.365 punti seguito dallo statunitense Jeffrey Gluckstein (58.960) e dal bielorusso Mikita Ilyinykh (58.650). Nel syncro, invece, il tre volte atleta olimpico e il talento della Milano 2000 realizzano due buoni salti guadagnandosi l’11ª piazza con 88.300. A fare da padroni di questa specialità i cinesi Dong Dong e Xiao Tu con 53.350. Argento e bronzo rispettivamente alla coppia bielorussa Hancharou-Rabtasau (52.500) e a quella danese Kjaer-Petersen (48.650). Nel trampolino rosa la nostra Costanza Michelini raggiunge quota 90.495 punti validi per la 26ª posizione in qualificazione. Dominio cinese anche tra il gentil sesso. Xueying Zhu con il suo 57.330 supera di due decimi la connazionale Qianqi Lin, sulla piazza d’onore con 57.095. Sul terzo gradino del podio sale la russa Yana Pavlova con il personale di 56.510. I tre azzurri della delegazione - composta anche dal tecnico Luigi Meda e dall’ufficiale di gara Matteo Martinelli – partita il 31 luglio scorso per il Sol Levante, torneranno in Italia e riprenderanno la preparazione in vista dei Campionati del Mondo in programma dal 7 al 10 novembre a San Pietroburgo.