Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Ieri pomeriggio si è conclusa la World Challenge Cup di Koper. Quello di inizio giugno è stato un fine settimana ricco di medaglie ed emozioni per la Ginnastica azzurra. Mentre le Farfalle conquistavano un oro e un argento nelle finali di specialità dopo essere salite sulla piazza d’onore del concorso generale continentale e l’Aerobica trionfava al mondiale di Guimaraes con la Coppia campione iridata per la seconda volta consecutiva e con un bronzo individuale vinto da Anna Bullo, contemporaneamente Matteo Levantesi (Nardi Juventus), alle parallele della Coppa del Mondo slovena, bissava il risultato di Marco Lodadio nella finale con gli anelli del giorno prima, conquistando il terzo posto con 14.400 punti (D. 5.90 – E. 8.5). Oro per il vietnamita Phuong Thanh Dink (14.950) e argento per il romeno Andrei Vasile Muntean (14.850). L’altro azzurro qualificato per la finale degli staggi paralleli, Carlo Macchini, si piazza in sesta posizione con il personale di 13.950 (D. 5.2 – E. 8.75). Il talento della Fermo 85 si posiziona prima del francese Mathias Philippe (12.950) e del canadese Cory Paterson (12.950). Davanti al ventiduenne, invece, troviamo il turco Ibraim Colak (14.350) e il giapponese Kazuyuki Takeda (14.300).