Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

L'antipasto servito nella giornata di ieri, con le sei finali conquistate dagli junior, aveva aperto al meglio per l'Italia il Campionato Europeo di Ginnastica Aerobica. Oggi gli azzurri senior hanno dato assaggio delle proprie qualità e hanno dimostrato di poter indicare la strada al cospetto dei migliori rivali a livello continentale. Come Team innanzitutto, grazie al bel quarto posto nella classifica per Ranking, data dalla somma dei migliori piazzamenti in tutte le specialità compresa l'AeroDance. Con il punteggio totale di 33, l'Italia si piazza alle spalle dell'Ungheria, sul terzo gradino del podio con 25, e della Romania, medaglia d'argento con 19 punti. Resta molto distaccata, invece, la Russia vincente sul primo gradino del podio a 8.

Inoltre alla Milli Gymnatike Arenasi di Baku, i ginnasti italiani hanno conquistato quattro finali di specialità, sfiorandole di un soffio in altre tre occasioni. Davide Nacci ci è riuscito nella gara individuale maschile, nella quale ha centrato il 6° posto con il punteggio di 20.950 e il pass per domani. Così come i ginnasti del secondo trio azzurro (lo stesso Nacci, Marco Vargiu e Francesco Sebastio), qualificati grazie ai 21.200 punti che sono valsi la settima piazza. Una soddisfazione se la toglie anche il gruppo italiano formato da Michela Castoldi, Davide Donati, Anna Bullo, Emanuele Caponera e Paolo Conti che ha ottenuto un bel 21.961 di grinta e determinazione che regala il 4° posto e la qualificazione alla finale. Infine l'Italia strappa il quarto biglietto nella specialità dell'AeroDance: l'ottetto composto da Ylenia Barbagallo, Simone Bonatti, Silvia Santuccio oltre che da Caponera, Conti, Donati, Sebastio e Vargiu si è piazzato quarto, conquistando la qualificazione con il punteggio di 17.100.

A un passo dall'obiettivo si è fermata l'individualista femminile Anna Bullo, prima riserva con 20.450 punti così come il primo trio (Caponera, Patteri e Conti), anch'esso prima riserva nella propria specialità con il punteggio di 20.300. A un passo dalla final eight anche l'individualista maschile Vargiu, seconda riserva con il 10° posto a 20.650 punti. Peccato per la coppia mista più bella del mondo, quella iridata formata da Castoldi e Donati. Per loro purtroppo non è stata una gara perfetta, tanto che sono scivolati in dodicesima posizione (20.450 punti) e non sono riusciti a qualificarsi per le finali.

"I due individuali maschili hanno fatto una buona gara, entrambi hanno offerto ottime prestazioni - ha detto la Direttrice Tecnica della Nazionale Luisa Righetti - La concorrenza è agguerrita. Peccato per la Bullo e il primo trio, che hanno pagato cara una difficoltà. Per quanto riguarda la coppia mista c'è stata una quasi caduta molto pesante. Abituata a ben altri punteggi, si è dovuta accontentare anche se è stato l'unico errore. Può succedere a chiunque, anche ai campioni del Mondo. Quando tutti insieme sono scesi in campo con il gruppo però sono riusciti a reagire alle mancate qualificazioni nelle rispettive specialità: hanno tirato fuori la grinta e svolto un esercizio quasi impeccabile. Non è un risultato da sottovalutare la qualificazione dell'altro trio, considerata la giovane età dei tre. Bene anche l'AeroDance, qualificata in finale. Siamo la quarta potenza in Europa, co.e mondiale, quindi confermiamo di essere tra le grandi. Possiamo lavorare e migliorare per avvicinarci alle più forti come Russia, Romania e Ungheria".

Qualificazioni Individuale Femminile

Qualificazioni Individuale Maschile

Qualificazioni Coppia Mista

Qualificazioni Trio

Qualificazioni Gruppo

Qualificazioni AeroDance