Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

La Squadra junior di Artistica femminile vince l’oro ai Campionati Europei di Glasgow e, con il titolo di reginetta continentale di Giorgia Villa, scrive un’altra bellissima pagina di sport azzurro. La quindicenne di Ponte San Pietro,le sorelle D’Amato, Asia e Alice (tutte e tre della Brixia di Brescia) Elisa Iorio (Vis Academy) e Alessia Federici (Pro Patria) raggiungono quota 161.063 punti. La loro suddivisione, dopo parallele, trave e corpo libero, si conclude al volteggio. La rincorsa dei 25 metri ha rappresentato - letteralmente! - la distanza che separava le Fate dal titolo UEG. Alla fine ce l’hanno fatta. Il quintetto dell'Italbaby è riuscito a far suonare l’Inno di Mameli nell’Arena scozzese. Le nostre Fab Five sono balzate in testa alla classifica per Nazioni, davanti alla Russia - argento con 160.363 - e alla Gran Bretagna, bronzo a quota 158.931. Ai piedi del podio la Romania, ferma a 154.862. Nel 2012, a Bruxelles, le azzurrine sfiorarono di poco il tetto d’Europa. Enus Mariani, Alessia Leolini, Elisa Meneghini, Lara Mori e Tea Ugrin chiusero al secondo posto, dietro alla compagine russa. Anche ad Amsterdam nel 2004, mentre una giovane Vanessa Ferrari vinceva l’argento All around, la squadra di allora si dovette accontentare del gradino più basso del podio olandese. Bronzo anche nel 1998 a San Pietroburgo quando Monica Bergamelli vinse l'argento alle parallele asimmetriche. Ieri la bergamasca era in campo gara come ginnasta, oggi, a Glasgow, in qualità di allenatrice, al fianco di Marco Campodonico. Nell’albo d’oro dei campionati continentali di categoria ricordiamo anche il bronzo di squadra a Birmingham nel 2010, vinto da Erika Fasana, Carlotta Ferlito, Giulia Leni e Francesca Deagostini. Prima ancora, dal 1989 al 1992, i Campionati Europei a squadre junior assegnavano il titolo per singolo attrezzo. La femminile ad Arezzo nel 1992 vinse il bronzo al volteggio mentre i colleghi della maschile, quattro anni prima, nel 1989 a Nantes (Francia), misero in bacheca un oro alle parallele pari. Questa sera le atlete del Direttore Tecnico Nazionale Enrico Casella fanno ancora meglio e sbaragliano la concorrenza aggiudicandosi non solo la corona continentale per team ma pure quella del Concorso Generale. La neo campionessa italiana assoluta Giorgia Villa, con il totale sui quattro attrezzi di 55.065 punti, si mette così al collo il metallo individuale più prezioso, ricevendo il testimone dalla russa Elena Eremina, oro a Berna 2016. La stellina della Brixia eguaglia il risultato ottenuto in Belgio, sei anni fa, da Enus Mariani e impreziosisce il medagliere della Federazione Ginnastica d’Italia. Ma le emozioni non finiscono qui. La Villa infatti si è assicurata un pass per tutte e quattro le finali di domenica. Insieme alla brixiana rivedremo in azione al volteggio Asia D’Amato - giunta ai piedi del podio odierno con il personale di 52.632 - mentre a parallele e trave Elisa Iorio. Che meraviglia la nostra piccola Italia!

Foto ©Dario Ventre/FGI