Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Con il quarto gruppo giovanile arriva il turno della squadra maschile juniores. Sale per terzo sul trampolino Samuele Patisso Colonna (Milano 2000) che completa il suo esercizio - Totale 43.195 (E 17.200 - ToF 16.595 - HD 9.40) - con una buona esecuzione e pochissimi spostamenti, sprecando solo qualche decimo sullo stop finale. Buono anche l'esordio continentale di Nicolò Giovannoni (Milano 2000) che con un esercizio sporcato solo negli ultimi salti ottiene il punteggio complessivo di 41.810 (E 16.900 – ToF 15.310 – HD 9.60). A penalizzare il giovane talento della Milano 2000, come del resto il compagno Samuele, è il tempo di volo, decisamente più basso rispetto ai primi in classifica. La causa probabilmente è da imputare alla giovane età e all’inesperienza del ginnasta ma in generale questo rimane ancora il tallone d'Achille di tutta la squadra azzurra. Molto buona l'esecuzione per Marco Lavino (Ginnastica Brindisi) che supera quota nove nell'esecuzione, pagando però a caro prezzo qualche spostamento di troppo. Buono comunque il punteggio complessivo di 44.180 (E 18.100 – ToF 17.230 - HD 8.85). Lo Preste (Reale Ginnastica Torino) è l’ultimo degli azzurri a completare il primo esercizio. Meno preciso dei compagni Edoardo lascia qualche decimo per strada, soprattutto per un controllo non ottimale delle gambe dopo l'apertura dei salti. La sua routine vale 41.190 (E 15.800 - ToF 16.290 - HD 9.10). Nel secondo esercizio l’atleta milanese ha ambizioni importanti e presenta difficoltà molto alte, tra cui due tripli nei tre salti iniziali. Purtroppo non riesce a controllarli al meglio e fatica a portare a termine la sua prova. Tanti spostamenti e una difficoltà che non è quella programmata non lo fanno andare oltre un 48.285 (D. 10.70 – E. 13.600 - ToF 15.685 - HD: 8.30) e un totale di 91.480. Nicolò completa bene la sua seconda prestazione e festeggia il compleanno con gli auguri proiettati sul maxischermo e l'applauso del palazzetto azero. Il personale di 91.565 (49.755 – D. 10.10 - E. 15.400- ToF. 15.055 – HD. 9.20) gli fa superare Samuele di appena 85 millesimi. Marco Lavino, nonostante una lunga attesa prima del via da parte dei giudici, inizia il suo Europeo con determinazione. Controlla i due tripli iniziali e riesce a conquistare 56.630 punti (D. 13.20 - E. 15.100 – ToF. 16.280 - HD. 9.05). Con il totale di 97.810 il brindisino occupa la 12/a piazza provvisoria. Tocca ad Edoardo Lo Prete chiudere la gara della rappresentativa guidata dal DTN Giuseppe Cocciaro, non senza fatica però e con qualche imprecisione. L’azzurro riesce a mettere in cascina un totale di 88.840 (47.650 – D. 10.90 - E. 12.900 – ToF. 15.700 - HD. 8.15). Anche in campo maschile i bielorussi si dimostrano ad un livello spettacolare, con esecuzioni al limite della perfezione e tempi di volo elevatissimi. Chiudono la loro gara nei primi 5 della classifica. A livello di squadra, invece, l’Italia con 280.855 si piazza momentaneamente in 8/a posizione:

1 Belarus 309.195

2 United Kingdom 302.515

3 Spain 294.840

4 Poland 288.755

5 Ukraine 287.915

6 Germany 287.510

7 Netherlands 284.610

8 Italy 280.855

Questa la situazione individuale dopo quattro gruppi:

 

MASCHILE

1 Litvinovich Ivan BLR 105.315     

2 Stamp Andrew GBR 102.765       

3 Fomchanka BLR Mikita 102.440

4 Valyntsau Daniil BLR 101.640     

5 Stankevich Sebastsyan BLR 100.895       

6 Walkes Corey GBR 100.615         

7 Tavares Ruben POR 100.335        

8 Vilarasau Robert ESP 99.970        

9 Ivanskyi Mykyta UKR 99.295      

10 Buravitskiy Peter GBR 99.135    

11 Makris Dimitrios GRE 99.035     

12 Lavino Marco ITA 97.810        

35 Giovannoni Nicolo ITA 91.565 

36 Patisso Colonna Samuele ITA 91.480  

41 Lo Prete Edoardo ITA 88.840  

FEMMINILE

Rivisto il tempo di volo del primo esercizio e il punteggio di Isabella Murgo che con 2,08 punti in più risale qualche posizione, piazzandosi subito davanti a Giorgia Giampieri sul 26° gradino provvisorio. A livello di squadra le azzurre si collocano al 6° posto:

1 Belarus 288.340

2 Russia 287.565

3 Greece 279.985

4 United Kingdom 279.690

5 Turkey 274.105

6 Italy 268.650

Questa la situazione individuale dopo quattro gruppi:

1 Yarshova Katsiaryna 98.940         

2 Beliankina Vera RUS 98.635        

3 Mahsudova Seljan AZE 95.790    

4 Shalkouskaya Zlata BLR 95.325   

5 Bonartseva Aleksandra RUS 94.880        

6 Clarke Jessica GBR 94.315

7 Staliarova Aliaksandra BLR 94.075         

8 Chavarria Marina ESP 93.935       

9 Ovcaruka Darja LAT 93.860         

10 Kuidan Viktoryia BLR 93.615    

11 Sakellaridou Antonia GRE 93.385         

12 Spring Josephine GBR 93.275    

13 Papadimitriou Anastasia GRE 93.065    

14 Tsakalidou Lydia Sofia GRE 92.345      

15 Hove Brodie GBR 92.100           

16 Bladtceva Anzhela RUS 92.030 

17 Colak Elif TUR 91.835    

18 Aydin Sude TUR 91.215 

19 Kalpaxi Angeliki GRE 91.135    

20 Brown Abigail GBR 91.015        

21 Walta Lili FIN 90.905     

22 Sanz Erica ESP 90.870    

23 Musluk Sila TUR 90.495

24 Kagnici Neval TUR 90.020         

26 Murgo Isabella ITA 89.730       

27 Giampieri Giorgia ITA 89.315 

30 Cecchi Chiara ITA 88.025        

47 Odasso Francesca ITA 50.235