Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Alla veneranda età di 37 anni, appena compiuti ieri l’altro, Flavio Cannone torna a saltare su un trampolino mondiale, dopo le sei precedenti presenze, con il sogno di centrare la sua quarta partecipazione olimpica. Il caporal maggiore dell’Esercito Italiano, con già alle spalle l’esperienza dei Giochi di Atene, Pechino e Londra, si ripresenta sul palcoscenico iridato dei 33esimi Campionati del Mondo di San Pietroburgo nella seconda delle otto suddivisioni previste dal programma delle qualifiche, la stessa del tre volte iridato Dong Dong. L’arena del St. Petersburg Sports and Concert Complex è una di quelle gigantesche strutture post sovietiche, capace di ospitare fino a 25 mila persone sedute e di intimidire chiunque ne calchi i palchi o le pedane. Non il campione di Ponte San Pietro che si è presentato con il totale di 107.550, frutto di una prima routine da 50.780 (D. 6.500 – E. 17.200 – H. 9.600 - T. 17.955) e di una seconda da 56.770 (D. 15.800 – E. 15.600 – H. 9.000 - T. 16.370). L’obiettivo è quello di entrare, alla fine della giornata, tra i 24 che si daranno di nuovo battaglia, sabato 10 novembre, nella semifinale individuale, che garantirà, a sua volta, il successivo pass per la final eight maschile. Al fianco del Cannone azzurro c’è Dario Aloi. Il ventinovenne della Milano 2000, inserito nel gruppo 5, ha messo insieme un 49.755 (D. 5.600 - E. 17.900 - H.  9.100 - T. 17.155) con la prima serie di salti e di 12.585 (D. 3.800 - E. 3.300 - H. 1.900 - T. 3.585) con la seconda. Il punteggio complessivo di 62.340 punti non è purtroppo sufficiente per rientrare nel giro che conta. La rassegna russa sarà trasmessa da domani, integralmente e in esclusiva su Volare Tv, con commento in inglese o audio ambiente. Si comincia alle 16.30 (ora italiana) di giovedì 8 novembre con la Finale All Around per Team (vi prendono parte solo le migliori Federazioni impegnate in tutte e otto le specialità previste dal programma). Alle 14 in punto di venerdì 9 sarà il turno della finale del Double Mini-Trampoline maschile e, a seguire, del Tumbling femminile. Alle 15.20 andrà in onda la sfida delle coppie del Synchro, con il duo Aloi/Cannone sorteggiato nella prima suddivisione, al penultimo turno, tra Francia e Bielorussia. La mattina di Sabato 10 aprirà alle 11.30 con le semifinali individuali per uomini e donne, mentre nel primo pomeriggio, alle 14.00 sarà la volta del Double mini-Trampoline femminile e, a seguire, del Tumbling maschile. Chiusura con il botto, sempre su www.volare.tv (ingresso free, previa registrazione) con gli ottetti di punta del singolo di entrambi i generi. Per seguire l’aggiornamento dei risultati in tempo reale basta CLICCARE QUI.