Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

In una cornice fatta di allegria, musica e colori, la fgi ha concretizzato il progetto di una 'nuova' Ginnastica per Tutti creativa e piena dei suoi tratti caratteristici. La Gymnaestrada mascherata, inserita ufficialmente nel calendario federale della G.p.T., ha aperto il suo primo sipario su uno dei carnevali più famosi e dolci d'Italia, il Carnevale di Fano. Dolce perché è consuetudine, al passaggio dei carri allegorici, lanciare caramelle e dolciumi di ogni genere. L'organizzazione della kermesse è stata curata nei minimi particolari dall'Associazione Olimpia di Cuccurano in collaborazione con l'ente carnevalesca di Fano, con il quale la federginnastica ha da tempo stipulato un rapporto di cooperazione. Artefici e protagonisti della prima edizione andata in scena domenica 11 febbraio sono stati i 5 gruppi provenienti da diverse regioni d'Italia: quello della Pavese, della Polisportiva Senigallia, della Ginnastica Riccione, della Penisola Sorrentina e il gruppo del Comitato Regionale Molise FGI. Il programma curato dalla direttrice tenica di sezione Emiliana Polini - presente a Fano insieme al team manager G.p.T. Fabio Gaggioli e al suo collaboratore Pietro Natalicchio - prevedeva esibizioni collettive e sfilate in maschera all'interno del corteo carnevalesco davanti a migliaia di persone. È stata poi una giuria di qualità composta da autorità locali dell'ente carnevalesca e della stessa federazione ad assegnare il primo trofeo creatività che, alla presenza del numero uno della ginnastica italiana il cav. Gherardo Tecchi, è andato al gruppo CAG Penisola Sorrentina. "Un'esperienza unica e indimenticabile che lascerà un ricordo indelebile in tutti i partecipanti - ha detto il team manager di sezione Fabio Gaggioli - Anche se nelle mani degli atleti di Sorrento non sbaglio se affermo che il trofeo creatività della prima edizione della gymnaestrada mascherata lo abbiamo vinto tutti. Grazie!"

©foto Pietro Natalicchio/FGI