Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Un totale di 341 ginnasti, provenienti da 37 nazioni diverse, è pronto a cimentarsi e a coltivare il sogno dei Giochi Olimpici nell’imminente Mondiale di Trampolino Elastico, in scena dal 28 novembre al 1° dicembre a Tokyo, in Giappone, dove fra qualche mese si disputerà l’Olimpiade nipponica. La 34esima edizione della rassegna iridata si svolgerà nel nuovissimo impianto dell’Ariake Gymnastics Centre e metterà in palio 16 pass utili alla qualificazione a cinque cerchi: le 8 donne e gli 8 uomini meglio piazzati, in base ai risultati delle finali, otterranno un posto per la propria nazione per un massimo di un atleta per Comitato Olimpico.

Per l’Italia, il Direttore Tecnico Nazionale della sezione Giuseppe Cocciaro ha convocato l’intramontabile Flavio Cannone (Esercito), Dario Aloi (Milano 2000), Marco Lavino (Ginnastica Brindisi) e Costanza Michelini (Alma Juventus Fano). Gli azzurri del Trampolino Elastico, che sono partiti lunedì alla volta di Tokyo, sono accompagnati dal DTN nonché capodelegazione Cocciaro, dal tecnico Luigi Meda e dall’ufficiale di gara Matteo Martinelli.

Il Mondiale prenderà il via giovedì con le qualificazioni dell’individuale maschile e femminile (valide anche per il concorso generale), nelle quali saranno protagonisti tutti i ginnasti italiani. Venerdì mattina si proseguirà con le qualificazioni del syncro (sempre valide per l’all around), la spedizione azzurra sarà impegnata con la coppia Aloi-Lavino. Nella stessa giornata si entrerà nel vivo delle finali di specialità a squadre, sabato invece le semifinali (tra i migliori 24 ginnasti) e le finali individuali (tra i migliori 8) che proseguiranno anche domenica quando, inoltre, si disputerà la finale all around per team.

Circolare di Convocazione

Programma di Gara