Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Si è tenuta questa mattina presso il Grand Hotel Vittoria di Pesaro, in una pausa della rassegna continentale di Acrobatica, un’importante riunione al vertice tra la Federazione Ginnastica d’Italia e l’European Gymnastics, per fare il punto a consuntivo delle tre settimane di gare alla Vitrifrigo Arena e per pianificare i prossimi impegni comuni, a cominciare dagli Europei di trampolino elastico in programma nel 2022 a Rimini e quelli di artistica, maschile e femminile, del 2024 a Napoli. Il presidente Farid Gayibov ha esordito facendo gli auguri di buon compleanno al numero uno della FGI Gherardo Tecchi, che oggi compie 72 anni, e poi si è complimentato con il collega italiano per l’ottima organizzazione delle gare di aerobica e di acrobatica, junior e senior, e dell’Age Group Competition di Acro. Insieme al direttore generale del sodalizio di Losanna, la tedesca Lisa Worthmann e al membro del comitato esecutivo Erik J. Mogensen, ai due vicepresidenti FGI, il vicario Valter Peroni e Rosario Pitton, alla referente dei rapporti internazionali della Federazione Italiana, nonché presidente del comitato tecnico dell’aerobica europea, Cristina Casentini, al DTN del trampolino azzurro Giuseppe Cocciaro e al suo team manager Ermes Cassani, sono stati analizzati tutti gli aspetti operativi dei prossimi due appuntamenti dell’European Gymnastics nel nostro Paese. Tra otto mesi esatti, dall’1 al 5 giugno dell’anno venturo, a 40 km di distanza dalla città di Rossini, in quella Rimini già sede della Ginnastica in Festa, si terrà la 28ª edizione del campionato d’Europa di trampolino, che lo scorso maggio ha raccolto il testimone da Sochi, in Russia. Tra tre anni, invece, si terrà al Pala Vesuvio di Ponticelli la 36ª edizione della manifestazione continentale dei grandi attrezzi, uomini e donne, per giunta qualificante per i Giochi Olimpici di Parigi. Il presidente Tecchi ha subito trovato una forte sintonia d’intenti con il presidente Gayibov, consolidando i rapporti storicamente ottimi tra le due istituzioni e progettando ulteriori forme di reciproca e più stringente collaborazione, sia da un punto di vista agonistico che formativo e di comunicazione.