Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Ieri sono iniziate le gare per gli Age Group. Per la categoria 12-18 gruppo femminile era il giorno dell’esercizio dinamico, prima routine di qualifica. Buona prestazione per il trio Machieraldo, Agazzone, Adducci che con una prova precisa e pulita ottengono il punteggio di 25.960, con un parziale di artistico di 8.4 e un’esecuzione di 16.9. Addirittura migliore la partenza dell’altro gruppo rosa, composto da D'Amico, Buglioni e Tafuno: le ampiezze e la scelta di elementi di livello elevato sono state giustamente riconosciute e premiate dalla giuria con un 27.350 (artistico 8.65). Terzo miglior punteggio nella classifica dei trii, pari merito con la Gran Bretagna (davanti giusto per un decimo d’esecuzione, 18.10 contro 18) e alle spalle di Russia (28.350) e Israele (27.600). Conclude la giornata la sfida della categoria coppia mista 11-16, che vede in campo per la FGI il duo Ferraris-Lucà. Bene lo statico, posizioni ferme e solo piccole sbavature, forse non premiato come meritava dagli ufficiali di gara, che non sono andati oltre un 26.300 (8.6 di artistico e 17.50 di esecuzione), piuttosto severo. Gli azzurri si devono accontentare dell’11ª piazza, ricordando però che sul totale di statico e dinamico accederanno in finale le prime 8 nazioni. E al momento l’Italia è la settima.