Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Archiviato il successo, in termini di ascolti, degli Europei di calcio, è già tempo, per la Rai, di concentrarsi sul prossimo grande evento sportivo, in un'estate senza soluzione di continuità, nel segno della maglia azzurra. Dal 23 luglio all'8 agosto Tokyo sarà il centro del mondo e anche se per la prima volta nella storia i Giochi olimpici si disputeranno in assenza di pubblico, come deciso dalle autorità nipponiche e dal Comitato Organizzatore, non mancheranno spettacolo, emozioni, record e medaglie. La Rai, grazie a Raisport e a Rai Radio1, sarà in prima fila nel raccontare ogni risultato, ogni impresa, ogni podio azzurro. Un canale radiofonico, Radio1, che alternerà cronaca diretta, commenti, interviste, rubriche e pomeriggi musicali sempre con il fil rouge olimpico, e uno televisivo totalmente dedicato, Rai2, che per due settimane sarà "rete olimpica", in un'alternanza di eventi live, differite, repliche, high-lights, TG Olimpici, commenti, interviste e rubriche dedicate. Un'offerta completa, fruibile in radio e in tv, solo sul Digitale Terrestre e Tivusat: saranno due settimane intense, e così dense di avvenimenti che perdersene anche solo uno sarebbe un peccato. La programmazione televisiva, in esclusiva free-to-air per l'Italia, firmata Raisport, con il direttore Auro Bulbarelli in veste di team leader della spedizione, e il coordinamento affidato a Gigi Cavone, Massimiliano Mascolo e Riccardo Pescante comincerà a mezzanotte e mezza, con "Go Tokyo", l'agenda della giornata olimpica, che Arianna Secondini, quando in Giappone saranno le 7.30 del mattino, proporrà ai telespettatori ogni sera, dal 24 luglio in poi (il 23 la Cerimonia di Apertura andrà in onda dalle 13.00 alle 16.30). Un appuntamento carico di notizie, tra studio e siti olimpici, per presentare la giornata che di lì a poco comincerà con le gare del mattino, fascia oraria generalmente dedicata alle batterie e/o a i tornei di qualificazione delle varie specialità (come da tradizione la prima settimana sarà appannaggio del nuoto e della ginnastica, la seconda dell'atletica, per citare le tre discipline "regine" del programma a cinque cerchi). Dall'1.30 alle 17.15, con le sole interruzioni per l'informazione del Tg2, si snoderà un lungo racconto, punteggiato dalle varie edizioni del Tg Olimpico, che a intervalli regolari fornirà aggiornamenti in tempo reale, notizie e curiosità. Alle 17.15, quando in Giappone sarà appena passata la mezzanotte, ecco "Tokyo best of", lo spazio per la rivisitazione della giornata olimpica appena trascorsa, con Jacopo Volpi, Julio Velasco e Fiona May: tre ore e un quarto intense, tra sintesi delle gare, interviste e commenti. Dopo il Tg2, e, dal lunedì al venerdì, dopo l'approfondimento serale "Tg2 Post", arriva "Il Circolo degli Anelli", con Alessandra De Stefano che avrà accanto a se', negli studi Rai di Milano, due compagni di viaggio che di trionfi olimpici se ne intendono: Sara Simeoni, oro nel salto in alto a Mosca, nel 1980, e Jury Chechi, che nel 1996, ad Atlanta, imponendosi agli anelli, riportò la ginnastica italiana sul gradino olimpico più alto 32 anni dopo Franco Menichelli, oro nel corpo libero proprio a Tokyo, nel 1964. Infine, per chiudere la giornata, prima di iniziarne un'altra, "Record", in onda dalle 23.45 a mezzanotte e mezza: nato dalla collaborazione tra Raisport e la Direzione Nuovi Formati, racconterà gli atleti e le loro imprese di ieri e di oggi in maniera innovativa, con lo storytelling affiancato dalla motion graphic, e il racconto per immagini come linea editoriale. Immagini, grafica e realtà aumentata, e tre narratori sportivi - Maurizio Ruggeri, Andrea Fusco e Nadia Baia, atleta paralimpica e ambasciatrice del sitting volley - metteranno a confronto campioni e gare di epoche diverse, le leggende di ieri e nuovi sport olimpici. La programmazione radiofonica, invece, con il caporedattore Filippo Corsini team leader della spedizione, sarà concentrata su Radio1 (e in simulcast sul canale Dab Radio1 Sport) che sarà il canale all news olimpico per l'intero periodo dei giochi, con l'obiettivo di offrire alla platea radiofonica il racconto delle medaglie "minuto per minuto", come avvenuto per il Giro d'Italia, per Euro2020 e per il Tour de France. Dalle 3 del mattino (le 10 di Tokyo) fino alle 16 (le 23.00 in Giappone), Radio1 sarà "Radio1 in campo", con il racconto olimpico che verrà originato dall'IBC di Tokyo e dalle numerose postazioni di gara, garantendo un'informazione continua per tutta la giornata. Oltre alle radiocronache in diretta delle gare, "Tutte le Olimpiadi minuto per minuto", gli inviati forniranno contributi e servizi per tutte le edizioni dei Giornali Radio (Gr1, Gr2 e Gr3), con attenzione, oltre che ai temi sportivi, agli aspetti di cronaca e costume legati alle Olimpiadi giapponesi, offrendo così all'ascoltatore un'informazione privilegiata dell'intero svolgimento della manifestazione. Radio1 sarà presente anche a Casa Italia, il quartier generale del CONI, da dove arriveranno le voci degli atleti e di tutti i protagonisti dei Giochi. I Giochi di Tokyo saranno seguiti minuto per minuto da Discovery+ sulla propria piattaforma in grado di garantire fino a trenta canali on line sintonizzati in contemporanea sui vari sport in svolgimento per un totale superiore alle tremila ore di diretta. Il team di esperti sportivi di Discovery include grandi celebrità dello sport le cui vittorie combinate raggiungono il numero strabiliante di 94 medaglie olimpiche e paralimpiche in una vasta gamma di discipline. Tra queste, anche Sir Bradley Wiggins (Regno Unito), più volte medaglia d'oro olimpica nel ciclismo, Carolina Klüft (Svezia), oro olimpico nel 2004 e Fabian Hambüchen (Germania), campione olimpico alla sbarra a Rio 2016.