Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

La “Primavera Napoletana della Ginnastica” fiorisce in maggio. Anche quest’anno il Pala Vesuvio di Napoli, dopo aver ospitato, in autunno, le tappe di regular season di Ritmica e Artistica, sarà il teatro della sfida per lo scudetto 2021 dei grandi attrezzi e del playoff di Serie A2, validi per l’ultima promozione nella massima categoria. L’appuntamento è fissato per sabato 15 e domenica 16 maggio, per un weekend di grande ginnastica con la Final Six di Artistica, l’ultimo atto del Campionato Nazionale, quest’anno denominato “Trofeo San Carlo Veggy Good”, che vedrà le migliori sei squadre femminili e maschili affrontarsi in pedana alla conquista del tricolore. A guidare la regia dell’evento, organizzato dalla Federazione Ginnastica d’Italia con in testa il presidente federale Gherardo Tecchi e il suo vice Rosario Pitton, come lo scorso anno sarà la società locale della Campania 2000 del presidente Aldo Castaldo, numero uno del Comitato Regionale FGI (con i suoi collaboratori, Massimiliano Villapiano, Marco Castaldo, Stefano Laudadio, Valentina Gaverio, Enzo Tais, Salvatore Galasso, Maria Novella Pavesi e la supervisione di Cristina Casentini, responsabile federale delle relazioni internazionali), grazie anche al Comune di Napoli che, attraverso il sindaco Luigi De Magistris, l’assessore allo sport Ciro Borriello e la dirigente grandi impianti Gerarda Vaccaro, non ha fatto mai mancare il proprio supporto. La gara segue sempre il nuovo format, che tanto ha fatto divertire nella Final Six dello scorso novembre, sempre nell’impianto di Ponticelli (l’indimenticabile cornice delle gare ginniche alle Universiadi 2019), con le migliori sei squadre ella stagione che si sfideranno, attrezzo su attrezzo, ginnasta dopo ginnasta, prima in semifinale e poi nella finalissima a tre, per contendersi il tricolore 2021. Il torneo italiano per club si è snodato, fin qui, su tre prove di ammissione, ha fatto il suo esordio ad Ancona (5-6 marzo), proseguendo a Siena (26-27 marzo) e concludendosi proprio a Napoli (9-10 aprile), in un antipasto di quanto ci attende il prossimo fine settimana. Tra le donne, le fate della Brixia, ormai quasi tutte arruolate nel gruppo sportivo delle Fiamme Oro, puntano al 19° successo di Brescia. Proveranno a far loro lo sgambetto la Ginnastica Civitavecchia, la Ginnica Giglio Montevarchi, il Centro Sport Bollate, la Juventus Nova Melzo e la World Sporting Accademy di San Benedetto del Tronto. Agguerritissima anche la corsa maschile, all’inseguimento del titolo della Virtus Pasqualetti di Macerata: la Pro Patria Bustese può contare su Nicola Bartolini, bronzo al corpo libero nell’ultima rassegna continentale e sul campione italiano assoluto 2020, l’aviere dell’Aeronautica Militare Ludovico Edalli, già qualificato per i Giochi di Tokyo; la Ginnastica Salerno risponde con Salvatore Maresca, anche lui terzo agli anelli in Svizzera. Occhio però alle altre contendenti: la Giovanile Ancona del talento Lorenzo Casali, l’Ares di Cinisello Balsamo con Edoardo De Rosa e la Corpo Libero Gymnastics Team di Carlo Macchini. Saranno protagoniste anche le sei società di Serie A2, che si affronteranno per l’ultimo posto utile al salto di categoria nel 2022. Infatti, dopo la vittoria della Ionica Gym nella femminile e dell’Artistica Brescia nella maschile, e i secondi posti, rispettivamente, della Romana e della Palestra Ginnastica Ferrara, già promosse in A1 al termine della terza tappa in Campania, domenica prossima si giocheranno la promozione le terze, quarte e quinte classificate: Audace, Corpo Libero Padova e Pavese per le donne; Juventus Nova Melzo, Pro Carate e ASU di Udine per gli uomini. Il programma di gara prenderà il via sabato 15 maggio con le semifinali della Serie A1, in diretta dalle ore 16.00 sul canale You Tube della Federginnastica. Domenica 16 maggio, invece, si aprirà con il playoff dell’A2, alle ore 10.00, sempre live su You Tube, così come la prima manche della Final Six di A1 che inizierà alle 16.40. La seconda manche, quella decisiva, continuerà poi in diretta televisiva su Nove (canale 9 del digitale terrestre), in simulcast su Eurosport 2 (canale 211 di Sky, disponibile su DAZN) e in streaming su Discovery+, dalle ore 18.15, con l’avvincente sistema dei “trielli” di specialità, le carte modello “talent show” e la telecronaca di Giorgia Baldinacci e il commento tecnico di Andrea Massaro, in uno scontro sportivo di altissimo livello, fino all’ultimo attrezzo.