Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Al via questa mattina la World Cup di Baku. Le Farfalle azzurre – allenate da Emanuela Maccarani e dallo staff dell’Accademia internazionale di Desio - sono salite sulla pedana della National Gymnastics Arena con la grinta che le contraddistingue. Sulle note di “Butterfly-Ninja” di Maxime Rodriguez, portano a termine l’esercizio con le 5 palle valutato dalla giuria con 43.700 punti, finendo davanti alle padrone di casa (pt. 43.000). Nella prima parte del concorso generale riservato alle squadre, Maurelli e compagne si ritagliano la seconda posizione provvisoria dietro alla Bulgaria, prima con 45.550, e conquistano il pass per la finale di domenica, in diretta, dalle 10 del mattino, su La7d e in streaming su La7.it con la telecronaca di Giorgia Baldinacci e il commento tecnico di Marta Pagnini. Domani andrà in scena la seconda parte di gara con il misto cerchi e clavette, gli stessi esercizi che rivedremo all’Olimpiade di Tokyo 2020.

Ottima la prestazione di Alexandra Agiurgiuculese nella competizione individuale. L’aviere del Gruppo Sportivo dell’Aeronautica Militare – allenata da Spela Dragas e Magda Pigano all’ASU di Udine - torna sulla scena internazionale, dopo il torneo “Ritam Cup” di Belgrado disputato la scorsa settimana, mettendo insieme 24.850 punti al cerchio e 25.150 alla palla, entrambi validi per la quinta posizione provvisoria nell’All-around (pt. 50.000) e per un posto tra le migliori otto ginnaste che si giocheranno le medaglie nelle finali. Milena Baldassarri invece, nella prima giornata di qualificazioni della terza Coppa del Mondo del circuito internazionale - che precede la tappa casalinga alla Vitrifrigo Arena di Pesaro dal 28 al 30 maggio - non riesce a brillare con i primi due attrezzi del concorso generale che, al momento, vede in testa la russa Lala Kramarenko (pt. 51.500), al suo debutto in World Cup, seguita dall’israeliana Linoy Ashram (pt. 51.450) e dalla compagna Daria Trubnikova (pt. 50.850). La ravennate - allenata da Julieta Cantaluppi alla Ginnastica Fabriano e componente del Gruppo Sportivo di Vigna di Valle - resta fuori dalle prime due finali posizionandosi all’11° posto provvisorio con 22.800 punti al cerchio e 24.450 alla palla. Domani si cambia registro. Il programma passa alle clavette e al nastro che, sommati ai primi due attrezzi di oggi, decreteranno non solo la regina della World Cup azera ma anche i pass per le rispettive finali di specialità.