Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Il 2020 è finito. Per molti è la più bella notizia del 2021. Un anno bisesto che, come mai in altre occasioni, ha rispettato il detto popolare, risultando unanimemente funesto. Nella stagione sportiva delle chiusure, del campionato di calcio agostano, con il rinvio di tutto ciò che era rinviabile - finanche i Giochi Olimpici, che in passato erano stati annullati, non rimandati, e solo in occasione delle due Guerre Mondiali del Novecento - la Federazione Ginnastica d’Italia, al primo vagito dell’Era post 150° è riuscita a completare quasi tutto il calendario nazionale, grazie ad un prodigioso recupero nel secondo semestre. Non sono stati disputati il Grandi Prix della Ginnastica, la Coppa dei Campioni di Artistica maschile, il Trofeo Città di Jesolo della Femminile e quello di Desio per la Ritmica, gli ultimi tre per ovvie ragioni legate alla mancata presenza di rappresentative straniere. Oltre confine, invece, la maglia azzurra ha risentito delle decisioni di Losanna, con lo spostamento all’anno venturo delle World Cup, compreso l’abituale appuntamento della Ritmica a Pesaro e quello del Trampolino Elastico a Brescia, entrambi qualificanti per Tokyo, nonché dei Mondiali di Aerobica, Acrobatica e Parkour. E’ stata invece un’obiezione di coscienza della FGI, scossa dalla seconda ondata della pandemia, dalla risalita dei contagi e dai tanti morti non partecipare agli Europei dei piccoli attrezzi a Kiev e dei grandi a Mersin, entrambi già depotenziati dal Cio dei pass olimpici, proprio per lasciare libertà di scelta alle federazioni. Le uniche due competizioni superstiti, che si erano tenute prima della diffusione del virus, a Melbourne e Milwaukee, valide per i circuiti FIG, rispettivamente, di specialità ed all-around, avevano visto Vanessa Ferrari prevalere con l’argento su Lara Mori, terza in Australia, e Giorgia Villa settima nel concorso generale statunitense. Diventa un caso, invece, la tappa di Baku, sospesa tra le fasi di qualifica e le final eight, non disputate per volontà del governo locale, sempre a causa dell’emergenza Coronavirus. La decisione della Commissione Tecnica internazionale di omologare le classifiche del concorso di ammissione, equiparandolo di fatto alla finale, ha condotto la Mori all’oro e la Ferrari all’argento al corpo libero, non senza suscitare polemiche. Adesso le due italiane sono pari merito, con 80 punti ciascuna, nella graduatoria complessiva della competizione biennale e sarà la gara secca di Doha, dal 10 al 13 marzo 2021, a determinare chi, delle due, raggiungerà la squadra in Giappone. Vinca la migliore, ovviamente, ma in ogni caso, di sicuro, vincerà l’Italia. Come hanno vinto tutti gli atleti che hanno preso parte alle gare federali di prima fascia, Gold e Silver, mostrando una voglia incredibile di tornare in pedana dopo la primavera del lockdown. L’Estate per prepararsi e poi da settembre sono ripartite le rassegne nostrane, nel rispetto dei protocolli di sicurezza e delle Linee Guida dettate dal Dipartimento dello Sport. Fino al DPCM che ha colorato le regioni italiane e al nuovo stop alle attività di base e promozionali. Da quel momento il programma è proseguito, imperterrito, con le competizioni di interesse nazionale riconosciute dal Coni, compresa la Special Winter Edition della Ginnastica in Festa, andata in scena alla Fiera di Rimini, nel ponte dell’Immacolata, con le kermesse giovanili delle sezioni olimpiche e le finalissime delle discipline emergenti: l'Acro, il TeamGym e il Parkour di Antonio Bosso e Davide Rizzi, neo campioni di freestyle e speed. Si sono così completati i tornei di Serie A e B, che avevano avuto inizio tra febbraio e marzo. Con una formula innovativa, pensata all’inizio per attrarre l’interesse delle tv generaliste, la Final Six di Torino, firmata Eurogymnica, e quella di Napoli, trasmesse entrambe in diretta e in chiaro su Canale 9 e Eurosport, si sono rivelate una risposta incredibilmente lungimirante alle porte chiuse imposte dal Governo. Una copertura televisiva senza precedenti ha permesso, dunque, a tanti appassionati di seguire l’epilogo dei tornei a squadre di Ritmica e di Artistica, Gam e Gaf, vinti, rispettivamente, da Faber Fabriano, seguita da Udine e Viareggio, Virtus Pasqualetti Macerata su Busto Arsizio e Ancona, e Brixia Brescia, davanti a Civitavecchia e Montevarchi. Un altro passaggio innovativo, altrettanto azzeccato, è stato l’Autunno Napoletano della Ginnastica, che, con l’aiuto del Assessorato allo Sport del Comune di Napoli, ha riacceso il PalaVesuvio, fermo dalle Universiadi, provocando un’eruzione di eventi, egregiamente gestiti dal Comitato campano e dalla Campania 2000. Gli Assoluti partenopei hanno premiato per la quinta volta, la terza consecutiva, Ludovico Edalli, oro nell’all-around (davanti a Lorenzo Galli e Edoardo De Rosa), e alle parallele pari, assegnando in ex aequo, come non accadeva dal 1967, il titolo del Concorso Generale delle donne ad Asia D’Amato (oro anche al volteggio) e Giorgia Villa (leader di specialità sugli staggi e al corpo libero), proprio come accadde a Bolzano ad Adriana Biagiotti, moglie del Presidente onorario della FGI Riccardo Agabio, e Daniela Maccelli. Bronzo per Martina Maggio, campionessa alla trave. Bravi anche Ares Federici sulla pedana centrale e, insieme a Carlo Magliocchetti, sulla rincorsa dei 25 metri maschili, Salvatore Maresca agli anelli, Galli e Andrea Canazza in sella al cavallo e Carlo Macchini alla sbarra. Sotto la splendida cornice dell’Alpe Cimbra, la montagna dei campioni, Milena Baldassarri si è ripresa la corona della Ritmica, che fu sua nel 2018, al termine di in un duello al cardiopalma con Alexandra Agiurgiuculese, che avrebbe sciolto un ghiacciaio. A Folgaria brilla anche la stella di Sofia Raffaeli, terzo incomodo nel completo e reginetta indiscussa al ballo delle clavette. Bene pure le giovani Eleonora Tagliabue, Martina Brambilla, Giulia Dellafelice e Sofia Maffeis, capaci di ritagliarsi uno spazio sul podio degli attrezzi. In verità la New Generation si mette in mostra un po’ ovunque: a Fano, ad esempio, negli Assoluti di Trampolino Elastico, dove, assenti i titolari Cannone e Chiara Cecchi, ne approfittano Samuele Patisso Colonna e Silvia Coluzzi. Alla stessa maniera, senza la coppia aurea Castoldi-Donati, in quel di Porto Sant’Elpidio, in diretta su Dazn, strappano applausi Emanuele Caponera e Sara Natella, e con loro Marcello Patteri e Anna Bullo, l’uno nell’individuale uomini, l’altra nel femminile, il trio dell’Agorà Caponera/Falera/Presta e il gruppo della Sambughè (A.Bullo/M.Bullo/Buzgan/Patteri/Rizzotto). Nel torneo a squadre si impone Colleferro sui padroni di casa portoelpidiensi e sulla Fitness Trybe. Tornando all’attività internazionale, senza dimenticare una partecipazione ante-Covid all’Irina Deleanu, con il colpaccio in trasferta a Bucarest della Raffaeli insieme a Sara Rocca, Giulia Dellafelice, Serena Ottaviani e Alice Capozucco, e neppure il 32° posto del sempiterno Flavio Cannone in Coppa del Mondo a Baku, merita una speciale menzione conclusiva il successo delle Farfalle nel Torneo on line di Mosca. A parte la soddisfazione di vincere contro le rivali storiche della Russia, l’evento a distanza, con competizione svoltasi dall’Accademia di Desio e giudicata da remoto, in collegamento con il Palace of Gymnastics Irina Viner-Usmanova e le palestre di Bulgaria, Uzbekistan e Lettonia, ha segnato un passaggio forse epocale, trasformando le difficoltà del distanziamento sociale nell’opportunità di un nuovo modello di confronto sul web. Era accaduto anche con la coppia mista Andrea Conago- Elisa Marras, vincitrice via internet della FIG Aerobic Online Virtual Competition. Il duo allenato da Barbara Botti nell’Aerobica Evolution, invitato a partecipare allo "United Through Sports" (UTS), il festival della gioventù virtuale 2020, si aggiudicherà, inviando il video della propria esecuzione, anche questo straordinario riconoscimento, nella “Giornata mondiale dell'infanzia" delle Nazioni Unite. Più che una medaglia, uno spot perfetto per un domani migliore, sano, sportivo e tecnologico, simbolo di un agonismo futuribile, giovane e integrato al di là dei contatti e dei confini. Non c’è augurio migliore per voltare pagina, dicendo addio all’ annus horribilis delle tante novità, negativi al tampone ma positivi dentro, e salutando con il rinnovato ottimismo di 14 qualificazioni olimpiche l’anno che verrà!

I PRINCIPALI RISULTATI DEL 2020

ARTISTICA MASCHILE

• Napoli (Italia) – Campionati Assoluti
Concorso generale: 1° Ludovico Edalli, 2° Lorenzo Galli, 3° Edoardo De Rosa
Finali di Specialità
- CL 1° Ares Federici; 2° Umberto Zurlini; 3° Nicolò Mozzato
- AN 1° Salvatore Maresca; 2° Marco Sarrugerio; 3° Andrea Russo
- VO 1° Ares Federici/Carlo Magliocchetti; 3° Umberto Zurlini
- PA 1° Ludovico Edalli; 2° Lorenzo Casali; 3° Lay Giannini
- CM 1° Lorenzo Galli/Andrea Canazza; 3° Yumin Abbadini
- SB 1° Carlo Macchini; 2° Iva Brunello; 3° Ludovico Edalli
-
• Napoli (Italia) – Campionato Italiano Serie A1-A2-B
Serie A1: 1° Virtus Pasqualetti; 2° Pro Patria Bustese; 3° Giovanile Ancona
Serie A2: 1° Gymnastic Romagna Team; 2° Ginnastica Meda; 3° Roma 70
Serie B: 1° Ghislanzoni GAL; 2° Sporting Club Roma; 3° Polisportiva Celle

ARTISTICA FEMMINILE

• Melbourne (Australia) – World Cup
Vanessa Ferrari: 2ª CL
Lara Mori: 3ª CL
• Milwaukee (USA) – World Cup
Giorgia Villa: 7ª conc.gen.
• Baku (Azerbaijan) – World Cup
Lara Mori: 1ª CL
Vanessa Ferrari: 2ª CL

• Napoli (Italia) – Campionati Assoluti
Concorso generale: 1ª Asia D’Amato/Giorgia Villa, 3ª Martina Maggio
Finali di Specialità
- VO 1ª Asia D’Amato; 2ª Manila Esposito; 3ª Angela Andreoli
- PA 1ª Giorgia Villa; 2ª Martina Maggio; 3ª Asia D’Amato
- CL 1ª Giorgia Villa; 2ª Asia D’Amato; 3ª Angela Andreoli
- TR 1ª Martina Maggio; 2ª Giorgia Villa; 3ª Asia D’Amato

• Napoli (Italia) – Campionato Italiano Serie A1-A2-B
Serie A1: 1° Brixia; 2° Ginnastica Civitavecchia; 3° Ginnica Giglio
Serie A2: 1° Biancoverde Imola; 2° S.G. di Torino; 3° Ghislanzoni GAL
Serie B: 1° Ginnastica Riccione; 2° Ionica Gym; 3° Ginnastica Romana

GINNASTICA RITMICA

• Bucarest (Romania) - Torneo Internazionale Irina Deleanu
Team Italia 1 (Sara Rocca, Giulia Dellafelice, Serena Ottaviani): 1ª Team Ranking
Sofia Raffaeli: 2ª conc.gen.; 1ª PA, 1ª NA, 2ª CE, 2ª CV
Sara Rocca (J): 1ª CV, 2ª FU, 3ª PA
Alice Capozucco (J): 2ª NA

• Torino (Italia) – Campionato Italiano Serie A1-A2-B
Serie A1: 1ª Ginnastica Fabriano, 2ª Udinese, 3ª Raffaello Motto
Serie A2: 1ª Forza e Coraggio, 2ª Olimpia Senago, 3ª Polimnia Ritmica Romana
Serie B: 1ª Polisportiva Varese, 2ª Club Giardino 3ª Fortebraccio Perugia

• Folgaria (Italia) – Campionato Italiano Assoluto
Concorso generale: 1ª Milena Baldassarri, 2ª Alexandra Agiurgiuculese, 3ª Sofia Raffaeli
Finali di Specialità
- Cerchio: 1ª Milena Baldassarri, 2ª Alexandra Agiurgiuculese, 3ª Sofia Maffeis
- Palla: 1ª Milena Baldassarri, 2ª Sofia Raffaeli, 3ª Alexandra Agiurgiuculese
- Clavette: 1ª Sofia Raffaeli, 2ª Milena Baldassarri, 3ª Martina Brambilla
- Nastro: 1ª Milena Baldassarri, 2ª Eleonora Tagliabue, 3ª Giulia Dellafelice

TRAMPOLINO ELASTICO

• Baku (Azerbaijan) – World Cup
Flavio Cannone 32° qualifiche

• Fano (Italia) - Campionato Italiano Assoluto
 - I/F: 1ª Silvia Coluzzi; 2ª Isabella Murgo; 3ª Rachele Compagnone
 - I/M: 1° Samuele Patisso Colonna; 2° Marco Lavino; 3° Marco Tonelli

GINNASTICA AEROBICA

• Porto Sant’Elpidio – Campionato Italiano Assoluto
- I/M: 1° Marcello Patteri; 2° David Nacci; 3° Matteo Falera
- I/F: 1ª Anna Bullo; 2ª Sara Cutini; 3ª Martina Foresi
- COPPIA: 1° Emanuele Caponera/Sara Natella; 2° Francesco Blasi/Arianna Ciurlanti; 3° Leonardo Rossi/Ginevra Presta
- TRIO: 1° Ginnastica Agorà (Caponera/Falera/Presta); 2° Artistica Porto Sant’Elpidio (Cutini/Alighieri/Foresi); 3° Sambughè (A. Bullo. M. Bullo, Rizzotto)
- GRUPPO: 1° Sambughè (A. Bullo/M. Bullo/Buzgan/Patteri/Rizzotto); 2° Artistica Porto Sant’Elpidio (Alighieri/Belletti/Cutini/Damen/Foresi/Lami); 3° Chige (Ciurlanti/Iodice/Lucci/Orsini/Scotti)

• Porto Sant’Elpidio – Campionato Nazionale Serie A e B
Serie A: 1° Ginnastica Agorà; 2° Porto Sant’Elpidio; 3° Fitness Trybe
Serie B: 1° Ginnastica Macerata; 2° Ginnastica Agorà; 3° Sambughè