Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Il reuccio continentale 2018, l’azzurro Nicolò Mozzato, passa idealmente il testimone all’ucraino Ilia Kovtun, che agli Europei di categoria a Mersin, dopo aver dominato le qualificazioni, ieri l’altro, si è confermato anche nella finale giovanile odierna con il totale di 81.465. Il campione EYOF 2019 ha messo in mostra tutto il suo talento con parziali che vanno dal 13.066 della sbarra al 14.133 del volteggio, migliorando il suo punteggio complessivo di quasi due punti. Il connazionale Volodymyr Kostiuk lo ha seguito da vicino, chiudendo sulla piazza d’onore, staccato di poco più di un punto a quota 80.198 e con il parziale più alto al corpo libero, un 14 tondo. L'ungherese Krisztian Balazs, che imparammo a conoscere ai Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires 2018 e poi ai Mondiali juniores di Gyor 2019, malgrado una caduta al cavallo con maniglie è riuscito a completare la sua rincorsa al bronzo con il 13.500 sui 25 metri e alla sbarra e il 13.900 sugli staggi pari. Grande recupero anche del rumeno Robert Burtanete capace di risalire dal tredicesimo posto in qualifica fino alla quarta piazza, mentre il bulgaro Teodor Trifonov ha chiuso quinto. Ma la rimonta più entusiasmante è quella dell’israeliano Eyal Indig che da venticinquesimo ha concluso sesto. A completare la Top 8 il lituano Gytis Chasazyrovas e il turco Bora Tarhan. Sul fronte senior la Turchia ha ottenuto ieri il totale più alto di squadra, 251.594, precedendo Ucraina e Ungheria. Ferhat Arican ha brillato alle parallele ottenendo il punteggio più alto di giornata: 15.333. Il campione del mondo agli anelli, Ibrahim Colak, assente il suo rivale di Stoccarda, Marco Lodadio, ha faticato contro l’austriaco Vinzenz Hoeck e l’ucraino Igor Radivilov. La final eight sul castello sarà tutt’altro che scontata. I padroni di casa potranno poi contare su Ahmet Onder e Abdelrahman Elgamal, entrambi qualificati in più di un attrezzo. Orfani di Oleg Verniaiev, gli ucraini potranno contare sull'esperienza di Radivilov, leader provvisorio al volteggio e di Petro Pakhniuk, presente in altre quattro specialità. Grazie al talento cristallino di Roman Vashchenko, Vladyslav Hryko e Yevgen Yudenkov possiamo aspettarci fuochi d'artificio nel Concorso per Nazioni. L'Ungheria si affida soprattutto a Krisztofer Meszaros, secondo sul cavallo con maniglie e dentro al corpo libero e a parallele. David Vecsernyes invece si giocherà le sue migliori chance alla sbarra. Austria, Israele e Bulgaria completano la finale a squadre di domani. Gli specialisti croati Robert Seligman e Tin Srbic guidano gli ottetti, rispettivamente, del cavallo e della sbarra, mentre il bielorusso Yahor Sharamkou, sul quadrato centrale, ha dato per ora un decimo di distacco all’istraeliano Artem Dolgopyat.

RISULTATI E CLASSIFICHE

FINALE ALLA ROUND JUNIORES
1. Ilia Kovtun (UKR) 81.465
2. Volodymyr Kostiuk (UKR) 80.198
3. Krisztian Balasz (HUN) 78.566

QUALIFICHE SENIOR

Squadre
1. Turkey 251.594
2. Ukraine 250.462
3. Hungary 241.961
4. Austria 239.226
5. Israel 235.760
6. Bulgaria 232.394

Corpo libero
1. Yahor Sharamkou (BLR) 15.033
2. Artem Dolgopyat (ISR) 14.933
3. Petro Pakhniuk (UKR) 14.466
4. Abdelrahman Elgamal (TUR) 14.366
5. Krisztofer Meszaros (HUN) 14.333
6. Aurel Benovic (CRO) 14.333
7. Vladyslav Hryko (UKR) 14.100
8. Ahmet Onder (TUR) 14.033

Cavallo con maniglie
1. Robert Seligman (CRO) 14.300
2. Krisztofer Meszaros (HUN) 14.066
3. Petro Pakhniuk (UKR) 14.066
4. Yevgen Yudenkov (UKR) 13.933
5. Ferhat Arican (TUR) 13.833
6. Matvei Petrov (ALB) 13.566
7. Filip Ude (CRO) 13.433
8. David Vecsernyes (HUN) 13.233

Anelli
1. Ibrahim Colak (TUR) 14.633
2. Vinzenz Hoeck (AUT) 14.633
3. Igor Radivilov (UKR) 14.600
4. Abdelrahman Elgamal (TUR) 14.500
5. Yevgen Yudenkov (UKR) 14.033
6. Hristos Marinov (BUL) 13.733
7. Razvan-Denis Marc (ROU) 13.633
8. Joonas Kukkonen (FIN) 13.633

Volteggio
1. Igor Radivilov (UKR) 14.649
2. Yahor Sharamkou (BLR) 14.416
3. Artem Dolgopyat (ISR) 14.350
4. Ahmet Onder (TUR) 14.350
5. Marian Dragulescu (ROU) 14.283
6. Dimitar Dimitrov (BUL) 14.283
7. Abdelrahman Elgamal (TUR) 14.216
8. Ondrej Kalny (CZE) 14.033

Parallele pari
1. Ferhat Arican (TUR) 15.333
2. Petro Pakhniuk (UKR) 14.600
3. David Huddleston (BUL) 14.333
4. Ibrahim Colak (TUR) 14.300
5. Robert Tvorogal (LTU) 14.133
6. Krisztofer Meszaros (HUN) 13.966
7. Severin Kranzlmueller (AUT) 13.700
8. Benedek Tomcsanyi (HUN) 13.666

Sbarra
1. Tin Srbic (CRO) 14.333
2. David Vecsernyes (HUN) 14.133
3. Alexander Myakinin (ISR) 14.033
4. Ahmet Onder (TUR) 14.000
5. Robert Tvorogal (LTU) 13.966
6. Abdelrahman Elgamal (TUR) 13.800
7. Yordan Aleksandrov (BUL) 13.600
8. Petro Pakhniuk (UKR) 13.300