Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

La Convention Nazionale di Special Olympics Italia "Sport: Energia per la vita", ha coinvolto le principali istituzioni politiche, sportive e non, per inviare un forte messaggio in occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità: lo sport e' uno strumento di crescita non solo per l'atleta, per la persona con disabilità, ma per l'intera società che può valorizzare ogni risorsa superando barriere e pregiudizi. Ad aprire la Convention l'intervento di Gabriele Di Bello, atleta Special Olympics, che ha evidenziato il ruolo sociale e culturale dello sport capace di cambiare in meglio la vita delle persone rendendole consapevoli delle proprie capacità, non solo sul campo di gioco ma anche fuori. Tanti i personaggi che hanno voluto far sentire la propria vicinanza: con Valentina Vezzali, Giusy Versace, Matteo Piano, Sara Bertolasi, Paolo Ruffini, Ettore Bassi, Valeria Mazza, Tommaso Castello, Lucia Gravante, Nina Palmieri ed il Trio Medusa, c’erano anche i campioni della ginnastica, Vanessa Ferrari e Marco Lodadio per l’Artistica, Alessia Maurelli e le Farfalle dell’Accademia di Desio per la Ritmica. Messaggi istituzionali sono arrivati dal Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, dal Presidente della Camera, Roberto Fico, dalla Ministra per le pari opportunità e la famiglia, Elena Bonetti, e dal Ministro per le politiche giovanili e lo sport, Vincenzo Spadafora. "Trovo doveroso il sostegno del Comitato Olimpico a Special Olympics per i valori che rappresentate - le parole del presidente del Coni Giovanni Malagò - Credo che questa Convention, organizzata in questa modalità per via della pandemia, sia un segnale di ‘diversità’, una nuova opportunità che ci fa sentire vicini nonostante le distanze. Complimenti per i messaggi che trasmette a tutela di un meraviglioso mondo che portate avanti". Un contributo è arrivato anche dal Presidente di sport e salute,Vito Cozzoli: "Conosco e apprezzo molto la realtà di Special Olympics dove al centro del progetto ci sono le persone, soprattutto gli atleti, cuore del vostro movimento sportivo. Sport e salute si prefigge di essere più vicino alle persone, soprattutto a quelle con maggiore fragilità e vulnerabilità. Lo sport deve sentirsi cucita addosso una responsabilità: quella di non lasciare indietro nessuno. Mi complimento per quello che fate al servizio dello sport del nostro paese"; e dal Presidente del CIP, Luca Pancalli: "Avete scelto, per questa convention, un giorno molto importante: la Giornata Internazionale per le persone con disabilità. Non esistono diritti particolari, ma diritti per le persone. Riuscite a trasferire la vostra energia, siete uno tsunami culturale, in grado di affrontare tematiche importanti, come quelle relative al lavoro, che ricordano a tutti che è possibile una società più inclusiva". A nome di Special Olympics Italia e' intervenuto il Presidente Angelo Moratti: "Il distanziamento sociale, dovuto al difficile periodo che stiamo vivendo, non deve diventare distanziamento emotivo, da questa certezza sono nati gli Smart Games che hanno coinvolto circa 5mila atleti e contribuito ad annullare queste distanze. Special Olympics è sport inclusivo, si vince quando sei un esempio: oggi siamo qui per celebrare lo spirito umano ed affrontare nuove sfide ed una nuova realtà che ci permetterà di diventare più saggi, più moderni; continueremo a lavorare per cambiare il mondo". Una Convention che ha visto numerosi contributi di personaggi famosi, testimonial di Special Olympics, come il video messaggio inviato da Alessandro Del Piero:" So che anche in questo periodo così difficile per tutti state continuando ad allenarvi, a fare attività. Solo qualche settimana fa un atleta Special Olympics della Florida, proprio vicino a dove vivo io qui negli Stati Uniti, e' riuscito in una grande impresa. Chris e' diventato un Iron man. Chris ha insegnato a tutti che niente è impossibile, con l'impegno e la determinazione. Ecco voi, come Chris, continuate ad essere di esempio per tutti. Vi meritereste davvero...un pallone d'oro! ". Un messaggio e' arrivato infine da Chiara Appendino, Sindaco di Torino, il capoluogo piemontese sarà sede dei prossimi Giochi Nazionali così come candidata ad ospitare i Giochi Mondiali Invernali di Special Olympics nel 2025: "Mi avete trasferito energia ed entusiasmo. Lo sport insegna come una comunità possa essere coesa, voi ci insegnate cosa significa il sacrificio, la fatica, l'essere squadra. Ci insegnate cosa significa abbattere barriere, non solo architettoniche ma culturali. Ospitarvi a Torino per i prossimi Giochi Nazionali Estivi e costruire la candidatura per i Giochi Mondiali Invernali 2025 non significa solo ospitare un evento, ma l'opportunità di rafforzare questi valori per la comunità".