Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Oggi ci sentiamo tutti più vulnerabili e dalla vulnerabilità nascono il coraggio e la voglia di cambiare e di migliorarsi. Non sarà un’opera che si può compiere in solitario, ma il prodotto di un’intera orchestra. Massimo Contaldo, Tecnico Nazionale della FGI e titolare di palestra, sabato 21 novembre 14.30-15.00 intervista lo psicologo e psicoterapeuta Roberto Mauri, per affrontare il tema del cambiamento negli scenari di crisi. Come metafora della resistenza e dell’anti-fragilità verrà introdotta l’incredibile storia dell’esploratore Ernest Shackleton. L’evento open intitolato “Le chiavi del cambiamento per affrontare la nuova era” sarà trasmesso sula piattaforma del ForumClub digital live, nell’ambito della 21ª edizione dell’International Congress & Expo, patrocinata dalla federazione Ginnastica d’Italia, che quest’anno, a causa della pandemia, sarà al 100% on line. La due giorni congressuale si caratterizzerà per una proposta di contenuti completamente riorganizzata, dalle proposizioni strategiche alle indicazioni di marketing, dalle formule di affiliazione al personal branding. A fornire stimoli e contenuti sarà un gruppo di keynote speaker e consulenti di livello internazionale, pronti a condividere esperienze e competenze con i partecipanti ai workshop Tra loro, segnaliamo agli appassionati di ginnastica e agli stakeholder del nostro mondo l’intervento del Team manager della Sezione di Artistica femminile che approfondirà con il dott. Mauri, Roberto Mauri, che insegna anche nei Master post laurea 'Sport ed intervento psico-sociale' (Università Cattolica), 'Marketing e Comunicazione dello Sport' (IULM), Master in psicologia dello sport (MindRoom), tematiche relative all’orientamento sistemico relazionale nell’attività sportiva”.