Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

È arrivato il momento della resa dei conti. La Final Six di Ginnastica Ritmica, nella sua innovativa formula, assegnerà lo Scudetto 2020, in una serie di sfide mozzafiato tra le più forti ginnaste del reame dei piccoli attrezzi. L’evento conclusivo del Campionato Nazionale di Serie A1 e A2 (la B ha concluso la regular season lo scorso 11 ottobre, a Desio) andrà in scena al Palazzo dello Sport Gianni Asti (ex Pala Ruffini) di Torino, sabato 24 ottobre, con l’organizzazione della società Eurogymnica Torino. E' tutto pronto, grazie al lavoro straordinario di Marco Napoli e del suo staff. Si inizierà alle 11 con le semifinali a sei di entrambe le categorie, che decideranno le tre squadre finaliste. Alle 16.00, quindi, prenderà il via la finale di A1 - trasmessa in diretta e in chiaro sul canale generalista Nove, e sulle piattaforme di Eurosport, Dazn e Tim Vision - gara che deciderà il club campione d’Italia. A seguire, dalle 19.00, le finali della Serie A2, live streaming sul canale YouTube della Federginnastica. La terza ed ultima giornata della stagione regolare ha decretato, con la classifica generale stilata sulla base dei punteggi speciali ottenuti nelle tappe di Fabriano, Eboli e Desio, le sei squadre della massima categoria e le sei di quella cadetta qualificate per la Final Six 2020. In A1 hanno strappato il pass Faber Fabriano, Udinese, Armonia d’Abruzzo Chieti, Motto Viareggio, San Giorgio ’79 Desio e Aurora Fano. La società marchigiana capitanata da Milena Baldassarri, aviere dell’Aeronautica Militare, già qualificata per i prossimi Giochi Olimpici, detiene il tricolore dal 2017. Per ripetersi, le ginnaste della Faber dovranno sfidare, tra le altre, l’ASU di Udine dell’altro aviere con il pass per Tokyo, Alexandra Agiurgiuculese, e l’Armonia d’Abruzzo di Alessia Russo, l’agente del delle Fiamme Oro, ora in forza alla Squadra Nazionale ma impegnata a difendere i colori del suo storico club. In A2, invece, prenderanno parte alla finalissima di Torino: Olimpia Senago, Forza e Coraggio di Milano, Polimnia Ritmica Romana, Auxilium Genova, Falciai Arezzo e Ginnastica Rimini.

Come funziona la nuova formula di gara? Sono previste due fasi, la semifinale e la finale per ciascuna categoria, con scontri diretti sui cinque attrezzi: fune, palla, cerchio, clavette e nastro. Per ogni serie saranno formati tre gironi composti da due società. Ad ogni attrezzo la ginnasta di ciascuna squadra eseguirà il suo esercizio: quella che otterrà il punteggio più alto guadagnerà 3 punti, l’altra 2. Le squadre prime classificate dei gironi A, B e C della semifinale di A1 comporranno il girone A della finale (in onda su Canale 9 dalle 17.00) e si contenderanno il primo, il secondo e il terzo posto del campionato. Le squadre seconde classificate comporranno il girone B della Final Six e, dalle 16.00 in punto, si contenderanno il quarto, il quinto e il sesto posto. Le squadre prime classificate dei gironi A, B e C della semifinale di A2 si aggiudicano la promozione in A1 nel 2021 e comporranno il girone A della finale per contendersi le posizioni sul podio della seconda categoria. Le squadre seconde classificate dei gironi A, B e C della semifinale di A2 comporranno invece il girone B della finale e si affronteranno per determinare i piazzamenti dal quarto al sesto. In finale saranno formati due gironi da tre società ciascuno: a ogni attrezzo, la ginnasta con il punteggio più alto guadagnerà 3 punti, quella con il secondo punteggio 2 punti,  la terza otterrà 1 punto.

Il sorteggio per gli abbinamenti nelle semifinali sarà effettuato mercoledì 21 ottobre, alle ore 15.00, presso la sede nazionale FGI in Viale Tiziano 70, a Roma, in diretta streaming sul canale YouTube della Federazione.