Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Da settembre la Ginnastica riparte con tutte le sue attività agonistiche, cercando di recuperare quasi l’intera stagione, interrotta a fine febbraio dall’emergenza pandemica. Nella riunione del Consiglio Direttivo Federale, tenutasi ieri pomeriggio in video conferenza, sono state approvate le modifiche alle norme tecniche e in particolare i calendari 2020 e 2021. Saranno le gare Silver a dare il segnale della grande rinascita ginnica, il ritorno alla normalità delle pedane e l’inizio della cosiddetta Fase 3, poi con l’autunno arriveranno i grandi eventi. La terza prova della Serie A di Ritmica è fissata nel week end del 10 e 11 ottobre, mentre quella di Artistica maschile e femminile il 17 e 18 dello stesso mese. Domenica 25 ottobre si celebrerà la Final Six dei piccoli attrezzi, il 22 novembre, invece, andrà in scena l’epilogo dei grandi, GAM e GAF. In mezzo i due Assoluti: la Ritmica, individuale e d’Insieme, tra il 31 ottobre e il 1° novembre; l’Artistica maschile e femminile, con la Specialità Gold delle donne, una settimana dopo, il 7 e l’8 novembre. Una super competizione ogni sette giorni, dunque, per una maratona di sport che farà impazzire i tanti appassionati delle due Sezioni olimpiche. E se gli spalti dovessero essere ancora preclusi all’accesso del pubblico, niente paura perché la Federazione darà opportuna copertura mediatica a tutti i principali appuntamenti, in diretta o in differita, in chiaro sul proprio canale YouTube e, per gli abbonati, su DAZN. I Campionati italiani di Trampolino si svolgeranno a Milano tra il 27 e il 29 novembre, quelli di Aerobica, con la Serie A, a Porto Sant’Elpidio, il 12 e 13 dicembre. Prima di Natale si terranno anche le gare Gold, in modo da far trovare sotto l’albero, ai legittimi vincitori, tutti i titoli stagionali, originariamente messi in palio all’inizio del 2020. E i botti anticipati di capodanno li avremo alla Fiera di Rimini, dove tra venerdì 4 e martedì 8 dicembre, sfruttando il ponte dell’Immacolata Concezione, si scatenerà il popolo della GpT, tanta altra Silver (e non solo) nell’immancabile Ginnastica in Festa. Non è stato facile comprimere un calendario così intenso e variegato in una forbice temporale di circa due mesi, con l’incastro, tra l’altro, di tre campionati Europei (la Ritmica a Kiev, in Ucraina, dal 26 al 29 novembre, l’Artistica maschile dal 9 al 13 dicembre, la femminile dal 17 al 20 dello stesso mese, entrambe a Baku, in Azerbaijan). Il lavoro delle Direzioni Tecniche e dei rispettivi team manager è stato, in tal senso, straordinario e richiederà ancora un po’ di tempo per l’individuazione delle location. La FGI, a meno di eventuali e sciagurate nuove emergenze sanitarie, recupererebbe così la sua attività, salvando i programmi dell’anno in corso, a beneficio della continuità storica dei suoi campionati, della visibilità degli sponsor, delle media partnership  e degli accordi televisivi. Ma soprattutto a dimostrazione della tenacia di un movimento ultracentenario che non molla mai!