Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Che gara, ragazzi! Un rientro dopo la pausa estiva di quelli col botto, con un mese ancora di tempo per poter, ulteriormente, migliorare e mettere a punto le ultime rifiniture. Alla World Challenge Cup di Minsk un eccellente quarto posto nel Concorso Generale Individuale porta la firma di Alexandra Agiurgiuculese (Aeronautica Militare/Udinese) che centra anche tutte e quattro le finali di specialità. La ginnasta allenata da Spela Dragas e Magda Pigano, con il totale di p. 84,750 si piazza ai piedi del podio a meno di due punti dall'israeliana Linoy Ashram (p. 86,650), medaglia di bronzo nella gara vinta dalla Campionessa del Mondo Dina Averina (p. 93,450), davanti alla sorella Arina (p. 91,950).Tanta soddisfazione per la neo Campionessa d'Italia che conferma, così, le sue ottime potenzialità. "Sono molto soddisfatta della mia gara - ha dichiarato Alexandra al termine della competizione - ho fatto bene tutti e quattro gli attrezzi. Domani si riparte da zero, con le finali e spero di farle ancora meglio. Anzi darò il massimo. Queste gare che sto facendo prima del Mondiale devono servirmi soprattutto dal punto di vista psicologico per affrontare al meglio la sfida di Baku". Prestazione convincente anche per Milena Baldassarri (Aeronautica Militare/Faber Ginnastica Fabriano) che si piazza in nona posizione - conquistando le finali con cerchio e nastro - con il totale di p. 81,100. Un risultato che poteva certamente essere diverso se l'atleta allenata da Julieta Cantaluppi e Kristina Ghiurova non fosse incappata in due perdite d'attrezzo, come lei stesso ha ammesso, subito dopo la competizione. "Sono comunque contenta di questa gara - ha spiegato l’aviere di Ravenna al termine della gara - perché rispetto alle World Cup precedenti è andata molto meglio e si è visto il lavoro svolto in queste settimane estive. Pian piano ci stiamo avvicinando verso il nostro obiettivo che sono i Campionati del Mondo. Ecco, ho fatto questi due errori, la perdita alla palle e alle clavette, ma non ho poi perso la concentrazione. Incrocio le dita per la finale di domani". Quinte le Farfalle Azzurre (Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Agnese Duranti, Anna Basta, Martina Santandrea e Letizia Cicconcelli, tutte tesserate per l'Aeronautica Militare) che con il totale di p. 56,050 (5 palle: 28,250; 3 cerchi/4 clavette: 27,800) centrano entrambe le finali di specialità. Le ginnaste allenate da Emanuela Maccarani hanno ulteriormente implementato il livello delle difficoltà per rendere il programma di entrambi gli esercizi ancor più competitivo, come ha ammesso la stessa DTN alla vigilia della partenza per la Bielorussia. La gara a squadre è stata vinta dalla Russia con il totale di 59,050, seguita dalla Bulgaria (p. 57,650) e dalle padrone di casa della Bielorussia (p. 57,450). Domani diretta streaming di tutte le finali di specialità, in chiaro sul canale YouTube di Federginnastica a partire dalle ore 12 (ora italiana).

CLASSIFICA ALL AROUND INDIVIDUALE

START LIST INDIVIDUALE

START LIST GRUPPI