Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Riparte la stagione agonistica dei piccoli attrezzi, laddòve era terminata poco più di un mese fa. È nuovamente il Palazzetto dello Sport di Sansepolcro a ospitare la prima prova del Campionato di Serie A. Si torna, dopo qualche anno, alla collocazione nel primo semestre, per consentire alle ginnaste di testare i nuovi esercizi in vista degli impegni internazionali dei prossimi mesi. Ancora una volta è la Società Petrarca di Arezzo, presieduta da Paolo Pratesi, a ospitare uno fra i più importanti appuntamenti a livello nazionale.Nuova formula di gara per l'edizione 2019: è tornata la suddivisione tra A1 e A2, entrambe composte da 12 team che ruotano sui cinque attrezzi. Da quest'anno, nel programma, non è più presente il corpo libero.Continua l'egemonia della Faber Ginnastica Fabriano (Milena Baldassarri, Talisa Torretti, Sofia Raffaeli, Nina Corradini e la russa Karina Kuznetsova) che, fresca del secondo scudetto conquistato il 15 dicembre scorso, ritorna sul gradino più alto del podio con il totale di  90.150. il Capitano Milena Baldassarri ha portato in pedana il nuovo esercizio alla palla, sulle note della versione italiana di "Ne me quitte pas" e, nonostante "sia ancora in fase di rodaggio", è riuscita ad ottenere il punteggio di 18.900, il più alto dell'intera competizione in questo attrezzo. Seconda l'Armonia d'Abruzzo con il totale di 83.900, trascinata da un'ottima prestazione al cerchio (p. 18.800) della Capitana Alessia Russo. Con lei, in pedana, Federica Pettinelli, Eva Gherardi e Caterina Allovio. Terza l'Udinese (p. 82.500) con Alexandra Agiurgiuculese, reduce da una settimana di influenza, che porta a Sansepolcro due nuovi esercizi al cerchio e alle clavette dove ottiene, rispettivamente, il punteggio di 18.800 e 18.150. Come per Alessia e Milena, due composizioni in fase di rodaggio con ampi margini di miglioramento. "Nonostante sia l'inizio di stagione - ha dichiarato la Direttrice Tecnica Emanuela Maccarani - abbiamo visto in pedana comunque un buon lavoro. Bene anche le nostre big che hanno ben figurato sull'esecuzione dei nuovi esercizi. In generale, tante giovani ginnaste, anche straniere, che hanno condotto una gara di buon livello".

In A2, invece, domina la Virtus Giussano. La squadra - composta da Carlotta Maino, Anna Negrini, Virginia Baga e dalla medaglia d'oro agli YOG, la russa Daria Trubnikova - ha ottenuto il miglior punteggio di giornata con il totale di 78.250. Sul secondo gradino del podio l'Iris di Giovinazzo (Irene Carbonara, Benedetta Schifano, Carla Maghelli e la russa Ekaterina Selezneva) con punti 77.200. Terze, pari merito con il totale di punti 73.850, le padrone di casa della società Francesco Petrarca (Beatrice Fioravanti, Erika Bromo, Maria Vilucchi, Sofia Gori e la spagnola Polina Berezina) e la Ginnastica Opera (Sofia De Silveri, Iva Petrova Kimanova, Sabina Tashkenbaeva, Camilla Centofanti e Sabina Tashkenbaeva).

La giuria della prima prova è stata presieduta da Stefania Turbessi; in giuria superiore la Direttrice tecnica della sezione ritmica Emanuela Maccarani e la Referente della Giuria Nazionale Alexia Agnani. Per la giuria di fune/palla e nastro sono state convocate: Emanuela Agnolucci (D1), Nani Londaridze (D2), Francesca Maria Torchia (D3), Maria Luisa Davoli (D4), Marisa Medda (E1) e Liliana Leone (E2). Per cerchio e clavette, invece: Irina Roudaia (D1), Laura Bocchini (D2), Sandra Veronese (D3), Giuseppina Ancona (D4), Amalia Tinto (E1) e Chiara Fioravanti (E2). Giuria unica per tutti gli attrezzi: Maura Rota (E3), Claudia Simeoni (E4), Magda Pigano (E5) e Laura Scavazzini (E5). Giudice coordinatore Federica Peloso; giudici di linea: Marianna Bongiorni e Alice Rossano.

E dal momento che, come sempre, la Serie A di ginnastica ritmica è considerata il Campionato più bello del Mondo, non potevano mancare le tante straniere che vengono, sempre più numerose, a gareggiare per le società italiane. A Sansepolcro erano presenti: Polina Knonina (RUS), Elizaveta Lugovskikh (RUS), Ekaterina Vedeneeva (SLO), Karina Kuznetsova (RUS), Salome Pazhava (GEO), Vlada Nikolchenko (UKR), Julia Evchic (BLR), Anna Sokolova (CYP), Eleni Kelaiditi (GRE), Fanni Pigniczki (UNG), DariaTrubnikova (RUS), Rebecca Gargalo (FIN), Polina Berezina (ESP), Eleonora Romanova (RUS), Janika Vartlaan (UKR), Sara Lliana (ESP), Alexandra Podgorsek (SLO), Margarita Kolosov (GER), Ekaterina Selezneva (RUS) e Sabina Tashkenbaeva (UZB).

Nella giornata di domenica ha preso il via anche la Serie B, con l’Olimpia Senago (73.200) di Aurora Donato, Noemi Stefanoni e Melissa Martalò che finisce sul gradino più alto del podio aretino, precedendo, nell’ordine, la Ginnastica Rimini (69.100) di Chiara Meoli, Maria Zaffagnini, Alexia Gorina e Federica Conti, e la Ritmica Nervianese (68.250), composta da Chiara Ferri, Giulia Zandri, Giada Albertone e Matilde Gilardi.

Alle premiazioni ha preso parte il Consigliere Federale della sezione ritmica, l'Avv. Grazia Ciarlitto. Alla competizione era presente anche il presidente del Comitato regionale Toscana Fabrizio Lupi.

Ora lo sguardo volge al prossimo appuntamento. Si torna in pedana il 9 e 10 febbraio a Bologna (grazie alla Polisportiva Pontevecchio); dopodichè sarà la volta di Desio (23-24 febbraio, San Giorgio '79) e gran finale a Ferrara (16-17 marzo, Estene Putinati). Intanto, proprio a Sansepolcro, è stata confermata la data del bilaterale tra Italia e Azerbaijan che si terrà, come da tradizione, al Pala Banco Desio il prossimo 9 marzo.Per tutti gli appassionati dei piccoli attrezzi, la gara di A1 sarà trasmessa, in differita, la settimana prossima, non più tardi di mercoledì 30 gennaio, sul canale web della Federginnastica volare.tv.

 

Dal nostro inviato Ilaria Brugnotti

Foto Daniele Cifalà