Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

La Ginnastica Civitavecchia conduce la gara dopo il primo attrezzo, seguita dalla Spes Mestre e dalla Libertas Vercelli. Tra le squadre della Femminile Brixia è in testa insieme a Forza e Virtù di Novi Ligure e Pro Lissone. Il team di Brescia, dopo aver vinto le prime due tappe a Torino e a Roma, oltre a fare a meno di Vanessa Ferrari e di Erika Fasana, ad Ancona è orfana di Sofia Busato (infortunatasi agli Europei di Cluj Napoca) - per la quale oggi è in programma l’intervento chirurgico - e delle infortunate Giorgia Villa e Alice D’Amato. Prova in salita anche per la Libertas Vercelli. Senza il veterano Enrico Pozzo molte delle speranze del club piemontese sono riposte in Davide Odomaro che, tuttavia, per un problema alla schiena, sarà impegnato solo su tre dei sei attrezzi del giro olimpico maschile, ovvero cavallo con maniglie, anelli e sbarra.