Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Il russo Artur Dalaloyan si aggiudica la medaglia d’oro europea al corpo libero maschile, succedendo al britannico Dominick Cunningham, assente per l’infortunio rimediato in qualifica al volteggio. Ancora una volta d’argento, come nella rassegna di Glasgow nel 2018, l’israeliano Artem Dolgopyat. Terzo l’atro russo Dmitrii Lankin. Ottava posizione per l’azzurro Nicola Bartolini. Il talento sardo ha eseguito un esercizio da 5.8 di difficoltà mettendo in fila un doppio carpio avanti nella prima rotazione, uno Tsukahara avvitato in seconda, poi un salto 1 e mezzo indietro e due avvitamenti avanti, seguito da 2 e mezzo indietro con un avvitamento. Chiusura con tre avvitamenti. Il ventitreenne di Quartu Sant’Elena in forza alla Ginnastica Salerno, all'esordio europeo tra i senior, è atteso domani dalla finale al volteggio, dove si è qualificato con la sesta media.

FINALE CORPO LIBERO MASCHILE
1. DALALOYAN Artur RUS 15.100
2. DOLGOPYAT Artem ISR 14.900
3. LANKIN Dmitrii RUS 14.800
4. GISCHARD Benjamin SUI 14.500
5. SHATILOV Alexander ISR 14.466
6. ZAPATA Rayderley ESP 14.466
7. ONDER Ahmet TUR 14.100
8. BARTOLINI Nicola ITA 14.066 (E. 8.266 - D. 5.8)