Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Arriva, nell’ultima giornata della World Challenge Cup di ginnastica ritmica, una nuova medaglia d’oro nella finale ai 5 cerchi per le Farfalle azzurre che, con il punteggio di 22.800, salgono nuovamente sul gradino più alto del podio, davanti alla Russia (p. 22.100) e alla Bielorussia (p. 21.150). Peccato, invece, per la finale con 3 palle e 2 funi, dove le ginnaste allenate da Emanuela Maccarani hanno commesso un paio di perdite – la più grave sul finale con l’uscita di pedana dell’attrezzo – e devono accontentarsi dell’ottavo posto. La finale è stata vinta dal Giappone (p.22.400), davanti a Russia (22.200) e Bielorussia (20.900). Una spedizione, quella in terra bielorussa, molto proficua che ha evidenziato l’avanzata preparazione della nostra Squadra nazionale, proiettata ormai ai Campionati del Mondo di Sofia di metà settembre, dove le prime tre classificate staccheranno il lasciapassare per i Giochi olimpici di Tokyo, nel 2020. Il Concorso generale di ieri è stata davvero una bella gara – ha dichiarato la DTN della Nazionale Emanuela Maccarani – un oro importante anche perché qui a Minsk, a parte la Bulgaria, erano presenti tutte le squadre del panorama internazionale. Dopo i 5 cerchi di venerdì è stato difficile mantenere la concentrazione perché eravamo separate dalla Russia da solo un punto. Ottimo anche l’oro di oggi; peccato, invece, per gli errori nell’esercizio misto. Le ragazze sono state comunque brave: ora ci aspetta, il prossimo week end, l’ultima tappa di World Challenge Cup a Kazan”.

Ilaria Brugnotti