Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Si è concluso alla grande per i colori italiani il Torneo Internazionale AGF, in scena nel weekend di Pasqua a Baku in Azerbaijan, dedicato alle individualiste e alle squadre junior. Una pioggia di medaglie per Sofia Raffaeli, che domina letteralmente le finali di specialità salendo sul podio in tutte e quattro. Infatti, il talento della Faber Fabriano ha vinto due ori, uno alle clavette (19.200 p.) e uno al nastro (18.350 p.). Poi non si è risparmiata, strappando anche due argenti: alla fune, dove ha eguagliato il punteggio della prima classificata, la russa Anastasia Simakova, con 18.600 ma è arrivata seconda per l'esecuzione più bassa, e alla palla con il punteggio di 19.300. L'altra azzurra, Sara Rocca, pur essendosi piazzata settima nella qualficazione di ieri alla palla, non ha potuto disputare la finale per la regola che ha ammesso una sola ginnasta per nazione in questo torneo (ad eccezione del paese ospitante). Applausi scroscianti anche per la Squadretta azzurra composta da Siria Cella e Giulia Segatori (Auxilium Genova), Alexandra Naclerio (Club Giardino), Vittoria Quoiani (Armonia d’Abruzzo), Serena Ottaviani (Faber Fabriano) e Simona Villella (Kines Catanzaro). L'Italbaby ha fatto il bis di medaglie, vincendo l'argento nella finale ai 5 cerchi – a pari punteggio (21.500) con le padrone di casa ma con l'esecuzione più bassa di un decimo che l'ha relegata sulla piazza d'onore – e il bronzo nell'esercizio ai 5 nastri con il totale di 17.050 alle spalle di Bielorussia (terza nell'altra routine) e ancora Azerbaijan.

Credit Photo - Pagina Facebook AGF