Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Mancano ormai pochissimi giorni all’inizio della XXX Universiade, in scena dal 3 al 14 luglio a Napoli, e tra i 9.300 atleti in rappresentanza di 128 Paesi che parteciperanno non potevano mancare gli azzurri della Federazione Ginnastica d’Italia, nell’anno del suo 150° anniversario.

Le tre caporali dell’Esercito Italiano Carlotta Ferlito, Lara Mori e Martina Rizzelli sono state le prescelte dal Direttore Tecnico Enrico Casella per quanto riguarda l’Artistica femminile. L’atleta classe 1995 nata a Catania vanta, tra le tante affermazioni in curriculum, due partecipazioni ai Giochi Olimpici (Londra 2012 e Rio de Janeiro 2016), una medaglia d’argento alla trave nell’Europeo individuale di Berlino nel 2011 e un bronzo a squadre nella rassegna continentale dell’anno successivo a Bruxelles. Il “giglio” di Montevarchi, tre presenze agli Europei e quattro ai Mondiali alle spalle, ha dominato ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona 2018 (tre medaglie d’oro) e ha conquistato due secondi posti al corpo libero nelle ultime tappe della World Cup 2019. La comasca, nata nel 1998, può contare sull’esperienza acquisita durante l’Olimpiade brasiliana e nell’ultimo Mondiale del 2018 a Doha.

Altrettanti i ginnasti dei grandi attrezzi scelti dal DTN Giuseppe Cocciaro e al responsabile delle Nazionali GAM Maurizio Allievi: Andrea Russo, Marco Sarrugerio e Stefano Patron. Il vicecampione italiano assoluto, romano classe 1997 della Ginnastica Civitavecchia, ha preso parte nel 2018 sia all’Europeo di Glasgow sia al Mondiale di Doha. Così come il collega della Juventus Nova Melzo, protagonista inoltre anche della spedizione che lo scorso aprile è volata a Stettino per l’ultima rassegna continentale. Il mestrino del ’99, terzo con il proprio club nel Campionato Italiano di Serie A1, è la mascotte del terzetto in quanto più giovane.

Sarà Alessia Russo, infine, a giocarsi le sue chance nella competizione di Ritmica. L’individualista dei piccoli attrezzi, vicecampionessa italiana con la propria società, l’Armonia d’Abruzzo, ha alle spalle 4 Campionati Europei e 3 Mondiali (dal 2011 nel giro della Nazionale) e tanta esperienza da mettere in mostra all’Universiade, come ha fatto agli Assoluti di Torino chiudendo sul gradino più basso dopo l’Agiurgiuculese e la Baldassarri.

Il PalaVesuvio di via Argine a Ponticelli aprirà il sipario sui grandi attrezzi con le qualifiche di mercoledì 3 luglio poi sarà il turno delle finali fino al 7 luglio. Da giovedì 11 invece andranno in scena le gare di ammissione della Ritmica, con le finali programmate per il 12 e il 13.