Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Si è appena conclusa la prima giornata di qualifiche della “Sofia Cup”, il Torneo Internazionale di Ginnastica Ritmica organizzato a margine della quarta Coppa del Mondo del circuito internazionale 2017. L’Italbaby, allenata a Fabriano da Julieta Cantaluppi e Kristina Ghiurova, nella prima presentazione con le 10 clavette, mette insieme 15.350 punti validi per la sesta posizione provvisoria in classifica All around, alle spalle di Bulgaria (pt. 16.500), Russia (pt. 16.200), Azerbaijan (pt. 16), Bielorussia (pt. 15.800) e Ucraina (pt. 15.550). Salite in pedana come 11ª squadra su quindici in gara, Francesca Pellegrini (Motto Viareggio), Anna Paola Cantatore (Iris Giovinazzo), Nina Corradini (Lazio Ginnastica Flaminio), Melissa Girelli (Udinese), Talisa Torretti (Fabriano) e Rebecca Vinti (Fortebraccio) continuano a dimostrare un costante grado di preparazione fisica e tecnica, nonostante l’esibizione di oggi sia stata penalizzata da due piccole perdite d’attrezzo prontamente recuperate. Le difficoltà e le esecuzioni portate in pedana sono state valutate dagli ufficiali di gara – tra i quali è presente Maria Isabella Zunino Reggio – rispettivamente con un 8 e un 7.35, sufficienti per relegare alle proprie spalle team del calibro di Svizzera (pt. 15.300), Ungheria (pt. 14.850), Estonia (pt.14.700), Turchia (pt. 14.700), Repubblica Ceca (pt. 13.650), Giappone (pt. 12.950), Serbia (pt. 12.550), Norvegia (pt. 12.300), Austria (pt. 11.400) . "Le ragazze oggi erano un po' sottotono - ci fa sapere la loro allenatrice nonché atleta olimpica di Londra 2012 al termine della gara – Hanno fatto qualche errore di troppo che si poteva evitare. Mi aspetto di più perché sono conscia delle loro potenzialità. Possono fare bene, non devono far altro che rimanere concentrate e tirare fuori la grinta che possiedono”. Dovremo attendere la performance di domani mattina (dalle 9.00 alle 10.00 ore italiane), però, per sapere quali rappresentative dei piccoli attrezzi riempiranno il podio del concorso generale bulgaro e, di conseguenza, le 8 migliori squadre che si aggiudicheranno il pass per la finale del pomeriggio. La gara è ancora aperta, non ci resta che fare un grosso in bocca al lupo alle nostre azzurrine!

(foto ©Daniele Cifalà/FGI)