Si è conclusa anche la terza giornata dei Campionati Italiani Assoluti di Ginnastica Ritmica, individuali e d’Insieme. L’agente della Polizia di Stato Sofia Raffaeli, allenata a Fabriano da Claudia Mancinelli, conquista tre medaglie d’oro al PalaGhiaccio di Folgaria. La vice campionessa del Mondo e d’Europa in carica, dopo aver trionfato ieri nell’all around, si aggiudica tre dei quattro titoli di specialità portando a quattro gli ori vinti in questa edizione.

A pochi giorni dalla Coppa del Mondo di Milano (diretta su La7, domenica 23 alle ore 14.00) ma, soprattutto, dalla XXXIII Olimpiade di Parigi 2024, Raffaeli sembra non avere limiti, in una continua crescita tecnica che al momento, a livello nazionale, non trova rivali o limiti.

La stella dell’ASU di Udine, Tara Dragas - appena rientrata dal suo primo campionato europeo senior a Budapest dove ha vinto la medaglia d’argento per team insieme a Raffaeli, Baldassarri e alle Farfalle azzurre – è la nuova campionessa assoluta al nastro. La diciassettenne di San Daniele del Friuli mette insieme anche due argenti (cerchio, clavette) e un bronzo (palla) eguagliando il numero di metalli di Milena Baldassarri nelle finali di specialità. L’Aviere dell’Aeronautica Militare - miglior ginnasta italiana ai Giochi di Tokyo - dopo l’argento nel completo di ieri, aggiunge al proprio palmares un altro argento (palla) e tre bronzi (cerchio, clavette e nastro), portando a cinque le medaglie totali conquistate agli Assoluti 2024. Un plauso anche a Giorgia Galli per la sua performance al nastro. La ginnasta della San Giorgio ’79 di Desio vince l’argento davanti alla ravennate migliorando la sua quinta posizione nello stesso attrezzo agli Assoluti di due anni fa sempre qui a Folgaria. Una sfida che ha regalato momenti di trepidazione al numeroso pubblico accorso sugli spalti montani.

Complimenti per tutte, dunque, perché se il torneo nostrano somiglia sempre più ad un mondiale, il solo prendervi parte è un certificato di eccellenza. Ottime Viola Sella – ieri sul terzo gradino del podio, confermandosi la terza migliore ginnasta assoluta per il secondo anno consecutivo – Gaia Mancini, Isabelle Tavano, Sofia Maffeis, Sofia Sicignano, Gaia Pozzi, Enrica Paolini, Elizabeta Havryliv, Chiara Badii e Alice Capozucco capaci, al terzo giorno di un programma in stile internazionale, di regalarci grandi emozioni e performance di livello. Qualcuna ha fatto un passo indietro, qualcun’altra è riuscita a migliorarsi ma tutte hanno comunque accumulato esperienza.

Prima dei titoli di specialità individuali è stato il turno degli Insiemi. L’Opera di Roma festeggia il secondo titolo giovanile in due anni con 26.850 punti. Le ragazze di Elisabetta Ladavas, con le 5 palle, salgono sul primo gradino del podio trentino lasciando al secondo posto l’Armonia d’Abruzzo, argento con 26.050 punti e al terzo Albachiara di Lucca con 26 punti netti. L’Estense Putinati Ferrara, invece, mantiene saldo il titolo di Insieme Open vinto lo scorso anno e risale sulla Montagna dei Campioni con il personale di 28.600 alle 3 palle e 2 cerchi. L’argento lo vince la Raffaello Motto con 28.550 punti. Il bronzo, invece, se lo aggiudica la Pontevecchio di Bologna con 27.950 punti. Il 10° Memorial Franco Ruffa, anche quest’anno, è andato alla Motto Viareggio perché, come società, ha ottenuto la miglior posizione in classifica nell’individuale e in una gara di Insieme.

Alle premiazioni hanno partecipato il vice presidente vicario FGI Valter Peroni, in rappresentanza del numero uno della Ginnastica, il cav. Gherardo Tecchi, il sindaco di Folgaria Michael Rech, la direttrice dell’Azienda per il Turismo (APT) Alpecimbra Daniela Vecchiato, Marco Della Riva in rappresentanza di Trentino Marketing e Alessia Gongalo di APT.