Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Direttrice Tecnica nazionale Emanuela Maccarani:

"Lo scorso anno tornavamo dal Campionato del Mondo di Sofia con tre medaglie individuali. Oggi invece stringiamo forte due pass olimpici, il massimo risultato che un atleta può ambire nella propria carriera per disputare un’Olimpiade. Quindi per Milena e Alexandra quello di ieri è un risultato meraviglioso. Hanno fatto una gara precisa. Sono stata con loro per tutta la preparazione e poi per la competizione, erano veramente concentrate con una tranquillità, direi, giusta. E anche se a metà gara si è fatta sentire la stanchezza, la forza di volontà che hanno tirato fuori ha dimostrato quanto era importante per loro questo obiettivo. Dietro le quinte si sentiva che la gara sarebbe andata per il verso giusto, dritti verso la meta. Sono estremamente soddisfatta e orgogliosa di questa Italia che da più di venti anni non portava due ginnaste ai Giochi Olimpici, da Atlanta ’96. Quindi una grande Nazione quella della Ritmica italiana, che sono onorata di dirigere, e che sa dire la sua in tutte le competizioni, anche nelle rassegne a 5 Cerchi".

Presidente Gherardo Tecchi:

"È un risultato storico per la nostra Federazione. Elogio tutte le tecniche che seguono giornalmente le nostre ginnaste e che hanno lavorato insieme verso questo importantissimo obiettivo. La cosa che mi fa più piacere, oltre al pass per Tokyo 2020 conquistato da Alexandra e Milena e la qualificazione di entrambe ai World Games di Birmingham del 2021, è che il movimento della Ritmica italiana sta crescendo e la dimostrazione è il vivaio di ginnaste sempre più ampio e competitivo. Un ringraziamento speciale da parte mia e di tutto il Consiglio federale per le bellissime emozioni regalateci ieri. Adesso in bocca al lupo alla squadra che si appresta ad iniziare il suo Mondiale".

Dal nostro inviato Federico Calabrò - Credit foto: Enrico Della Valle/FGI