Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Milena Baldassarri, sulla pedana della National Gymnastics Arena di Baku, ha dimostrato il carattere e la grinta necessarie per ritagliarsi un posto nella finale al nastro contro le migliori otto ginnaste che si qualificheranno in questa specialità nella 37ª edizione dei Mondiali di Ritmica. Siamo ancora a metà strada, domani si concluderanno le fasi preliminari di clavette e nastro, ma l’Aviere dell’Aeronautica Militare – medaglia d’argento lo scorso anno a Sofia - conclude la prima giornata di qualifiche in seconda posizione provvisoria con 20.500 punti. Meglio di lei, oggi, ha fatto solo l’israeliana Linoy Ashram (21.150), reduce da una medaglia di bronzo alla palla nella finale di ieri. Il programma azzurro al nastro è iniziato nel penultimo gruppo. La stella della Faber Fabriano ha rotto il ghiaccio, scaldando il quadrato per le sue compagne. La seconda a gareggiare è stata Alexandra Agiurgiuculese che, purtroppo, a causa di un avvolgimento con interruzione dopo un rischio mal direzionato che ha comportato quindi sia una penalità di esecuzione sia l’azzeramento dell'intero rischio, non va oltre il 17.150 e la 16ª posizione. L’Aviere del Gruppo sportivo di Vigna di Valle, sesta miglior ginnasta al cerchio ai campionati azeri, è finita dietro l’altra azzurra, Alessia Russo, che conclude la competizione di oggi in 13ª posizione con 17.350 punti. La ginnasta dell’Armonia d’Abruzzo, allenata da Germana Germani, impegnata solo al nastro - così come domani vedremo Sofia Maffeis solo alle clavette – ha eseguito un buon esercizio che, sommato a quello delle sue compagne, ha portato l’Italia individuale in settima posizione nella classifica per Team. Mancano solo le clavette per arrivare ai dieci esercizi obbligatori da presentare alla giuria internazionale, dai quali, in sede di classifica, verranno scartati i due punteggi più bassi. La partita è ancora aperta e tutta da giocare. L’Italia detiene la medaglia di bronzo per Team e dovrà dare il massimo per non lasciarsela sfuggire. Alle clavette, invece, comandano le gemelle Averina. Arina ha totalizzato 24.250 punti posizionandosi davanti alla sorella Dina, al secondo posto provvisorio con 24 punti netti. Terza posizione virtuale per l’ucraina Vlada Nikolchenko con 23.450. Dopo tre attrezzi quindi, la classifica di qualificazione per la finale a 24 vede Milena portarsi in settima posizione con 62.850 punti mentre Alexandra, con 59.900, scende al tredicesimo posto, ma sono solo risultati parziali. Domani ne vedremo delle belle. Le ultime due finali di specialità saranno trasmesse in diretta sul canale Youtube della FGI: www.youtube.com/FGIfederginnastica.

 Dal nostro inviato Federico Calabrò - Credit foto: Enrico Della Valle/FGI